Archivi categoria: Ideal Standard

Allarme spazio? Il mobile componibile è la vostra soluzione d’arredo!

Avete un bagno di dimensioni ridotte ma non volete rinunciare alla fruibilità a trecento sessanta gradi dell’ambiente? Ebbene, l’arredo componibile e salva spazio è la soluzione che fa al caso vostro!

Quando si sceglie di arredare un bagno di piccole dimensioni o anche un ampio ambiente in cui si renda comunque necessario risparmiare spazio per inserire docce o vasche da bagno di grandi dimensioni, è doveroso riflettere e valutare con più attenzione sulla scelta dell’arredo. Per tutte le più svariate esigenze il mercato del design propone un’ampia offerta di mobili compatti ma nel contempo capienti che permettono di organizzare al meglio gli oggetti e i prodotti per la cura della persona o la biancheria da bagno.

Si tratta dei cosiddetti mobili “salva spazio” che aiutano ad pianificare, per l’appunto, lo spazio a vostra disposizione, sfruttando al massimo ogni angolo dell’ambiente.

Per guadagnare centimetri preziosi è necessario sfruttare bene le pareti con moduli a colonna (quindi non pensate soltanto allo sviluppo di mobili in larghezza ma anche in altezza), quando possibile, magari affiancando il mobile lavabo che di solito per la parte inferiore viene predisposto come un comodo contenitore con sportelli e, la parte superiore è attrezzata con specchio e mensole portaoggetti; oppure, se preferite, potete aggiungere ancora qualche piccolo sportello anche nel componente sovrastante il lavabo (magari specchiato).

                         images (5)             images

Certo, soprattutto se gli ambienti sono di dimensioni contenute, bisogna puntare a non perdere lo spazio sotto-lavabo, da attrezzare con arredi a cassetti o chiusi da ante (la copertura dei vani permette di tenere il bagno sempre in ordine). A questo proposito vari modelli possono fare al caso vostro: quelli con lavabo a incasso o integrato nel top o, ancora quelli d’appoggio.

Di tendenza,  i modelli sospesi (agganciati a parete con set di fissaggio forniti dalle case produttrici) dispongono di contenitori un po’ più piccoli, dato che lo spazio in basso resta libero (una maggiore comodità per chi deve utilizzare il lavabo).

Per i bagni stretti è consigliato scegliere mobili di linea slanciata e snella senza rinunciare così allo spazio di profondità. Per sfruttare al massimo lo spazio disponibile si trovano in commercio anche mobili di forme arrotondate o asimmetriche, oppure attrezzati con accessori integrati, come il porta-rotolo e il porta asciugamani.

                          images (1)                   images (4)

A volte, è essenziale anche valutare bene il verso di apertura:  la maggior parte dei modelli porta di fabbrica ante reversibili con apertura a destra o a sinistra; basta decidere per tempo, a volte è sufficiente avvertire gli installatori al momento della consegna. Alcuni mobili compatti sfruttano anche lo spazio dell’anta attrezzata con ripiani.

Ottimi contenitori salva spazio sono anche i pensili appesi su uno o entrambi i lati del lavabo accanto allo specchio, che spesso è integrato e/o incassato direttamente nelle composizioni componibili; a volte alternano vani chiusi e vani a giorno che permettono di rendere più dinamico l’effetto visivo della composizione (così da evitare una parete piena di sportelli e troppo piena). Le aziende di arredo bagno (oltre ai numerosi modelli con mobile e lavabo già in un’unica soluzione) propongono anche svariati modelli con elementi a sé stanti da abbinare tra di loro, scegliendo tra mensole, colonne, vani chiusi o a giorno.

Per quanto riguarda materiali e finiture, è preferibile optare per quelli che assicurano un’ottima resistenza all’umidità. Negli ambienti bagno più piccoli, meglio scegliere colori chiari e luminosi che hanno l’effetto di allargare gli spazi.

I mobili componibili sono fra le soluzioni più intelligenti in quanto permettono di realizzare il proprio bagno in base alle proprie esigenze e non solo in base al proprio gusto o ad uno stile particolare.

Si possono scegliere quindi vetrinette, mensole, oppure basi, pensili o delle composizioni che vengono già create in base a delle misure prestabilite. Oggigiorno vengono creati dei bagni che rassomigliano sempre più a dei piccoli soggiorni, capaci di contenere grandi cose in piccoli spazi, dalle forme ergonomiche, oppure di tendenza, con angoli smussati o composizioni minimal in forme e figure geometriche. Gli stili restano inconfondibili, dal classico al moderno, senza dimenticare l’arte povera, oppure lo stile etnico molto di tendenza.

Se volete approfondire quanto detto, diversi marchi  di design si occupano di progettare mobili componibili salva spazio davvero fruibili e di grande stile. Eccovi di seguito qualche consiglio: la linea ALLinONE di Aquacabinets by Regia,  i  mobili sotto-lavabo sospesi di Villeroy & Boch e ancora la linea Connect space di Ideal Standard.

Il risparmio energetico fa capolino nel vostro bagno!

Il bagno è sicuramente l’ambiente della casa in cui circola più acqua durante il giorno, quindi è il luogo per eccellenza in cui gli sprechi di questa preziosa risorsa sono più evidenti.

Piccoli accorgimenti quotidiani possono contribuire al risparmio di questa importante risorsa regolando, per esempio da sé il getto d’acqua della doccia o diminuendo l’uso della vasca da bagno. Un’altra idea sarebbe quella di inserire dei dispositivi fai da te che riducono la quantità d’acqua che fuoriesce dal diffusore… Ma si sa, l’autoregolazione dei consumi idrici lascia il tempo che trova, soprattutto quando si è di fretta…

              images         images (1)

Perché, non investire, piuttosto, su una rubinetteria garantita e selezionata, come già accade per gran parte degli elettrodomestici?

Scegliere una rubinetteria che si confronti con una scala di risparmio energetico certificata, sarebbe l’ideale per essere certi di risparmiare davvero, senza chiaramente rinunciare al proprio comfort. Oggi è possibile avere una bolletta più leggera e contribuire ad un utilizzo consapevole dell’acqua, avvalendosi di un sistema di rubinetterie certificato da un label tutto europeo.

Sulla spinta di una maggiore consapevolezza per la tutela dell’ambiente coniugata al risparmio idrico ed energetico, è stato introdotto in Europa il sistema WELL (l’acronimo si riferisce all’etichetta“Water Efficiency Label”). Quest’ultimo è stato pensato per promuovere l’utilizzo responsabile dell’acqua e fornire sia a consumatori che a professionisti, un criterio di valutazione dei miscelatori facilmente comprensibile, che segua, cioè una scala di classificazione europea.

     download                 download (1)

Con la nuova etichetta “Water Efficiency Label” l’industria europea delle rubinetterie stabilisce dei punti di riferimento a livello internazionale. Il sistema di valutazione è semplice, rende immediatamente evidente il risparmio effettivamente ottenuto con l’impiego di rubinetteria di una categoria superiore e fornisce in questo modo un’informazione efficace e trasparente ai consumatori.

L’etichetta “Well” viene utilizzata per rubinetti di bagno e cucina, soffioni e tubi per doccia, sistemi di sciacquo per wc e accessori. Questo label stabilisce parametri distinti tra l’uso pubblico e commerciale e l’impiego domestico, quindi privato (“home”).

Nel nostro caso specifico soffermiamo la nostra attenzione sulla regolamentazione della rubinetteria domestica. Dunque, il parametro di valutazione da tenere in considerazione è quello della portata, ovvero la quantità d’acqua che fuoriesce  dai rubinetti di bagno e cucina, tubi e soffioni per doccia. Per ciascun criterio vengono assegnate al massimo due stelle. I prodotti “home” possono presentare da uno fino ad un massimo di quattro stelle. A questo proposito occorre preferire, nella scelta della propria rubinetteria, i miscelatori certificati mono comando per lavabo, equipaggiati con uno speciale mousseur per il risparmio idrico che riduce il consumo di acqua senza compromettere il comfort. Il flusso d’acqua resta comunque abbondante e corposo ma non supera mai i 5,8 litri al minuto, ideale sia per il portafogli che per la salvaguardia del nostro ambiente.

Questo nuovo modo di classificazione a risparmio energetico dell’acqua domestica è stato accolto in maniera favorevole dai maggiori produttori del settore. Fino ad ora sono stati classificati 80 prodotti di 15 fabbricanti di diversi Paesi, tra cui Grohe, Hansgrohe, Ideal Standard, Keuco, Sam, Schell, Geberit International, Viega e Dornbracht.

Ideal Standard: tanti anni di novità e di prodotti per il tuo bagno

Molti avranno sicuramente già sentito parlare di Ideal Standard in quanto è un marchio famoso e diffuso nelle case degli italiani da diversi anni. Sostanzialmente tutto iniziò con caldaie, radiatori e sanitari, per poi ritrovarsi ad oggi con un grande successo in moltissime parti del mondo. L’azienda continua ad andare avanti e ad apportare novità che conquistano tutti i clienti! Ma parliamo un po’ di questo importante nome che lavoro primeggiando nel settore arredo bagno…

Ideal StandardTutto iniziò con un’unione particolare di storie di successo, inventiva, creatività e vera passione. Tutto il resto si è aggiunto poco dopo donando all’azienda una reputazione positiva che la descrive come affidabile, flessibile, tecnologica, attenta ai clienti ed ai dettagli, e tanto altro.

Diciamo che tutto cominciò all’inizio del 1909. Con l’esperienza ed il tempo, pian piano la creatività e l’ingegno aumentavano ampliando la produzione fino a che, negli anni settanta, i prodotti erano davvero  tantissimi e si suddividevano tra sanitari, rubinetteria, mobili e complementi d’arredo per il bagno che veniva reso grazie a tutto questo un ambiente piacevole, raffinato ed al passo con la tecnologia e le mode.

Ideal Standard ha collaborato con molti importanti designer internazionali come Gio Ponti ed Achille Castiglioni che hanno rivoluzionato la classica idea del bagno ma, la prima collaborazione importante è stata tra Ideal e Standard. Quest’ultima avvenne nel 1948, circa 28 anni dopo che Ideal riuscì ad inserire nelle sue materie prime un resistente materiale: Vitreous China che colpì la clientela anche per le sue qualità estetiche e funzionali.

Insomma diciamo che la bellezza della stanza da bagno ha unito tantissime menti e due aziende che, da quando sono insieme, non hanno fatto altro che rinnovarsi ed inseguire le nuove tecnologie, apportando numerose modifiche fin dal 1974 con la nascita delle cartucce a dischi ceramici e negli anni ottanta con la creazione delle vasche acriliche, permettendo all’area bagno di diventare anche un piccolo “wellness center”.

Ideal Standard ha continuato davvero bene la sua scalata diventando un marchio famoso a livello mondiale. Ma nonostante questo non si è fermata ed ha continuato a studiare soluzioni ancora più all’avanguardia.

Le ultime novità per il bagno sono state unite nella nuova linea chiamata Archimodule che prevede una serie di prodotti che comprende: piastre di comando, soffioni, doccette, miscelatori e tanto altro, tutto ber rendere funzionali e belle aree del bagno come la zona doccia, la vasca ed il lavabo. Inoltre l’azienda si è specializzare nella creazione di rubinetteria personalizzata, quindi se hai bisogno non è solo presente per accontentarti ma anche per aiutarti a scegliere tra le migliori soluzioni.

Guardando il catalogo di Ideal Standard potrai pensare che tutto è troppo bello per essere vero e che non esistono soluzioni migliori, sia per quanto riguarda la bellezza che la funzionalità dei prodotti. Infatti questo è il primo pensiero di moltissimi clienti che approdano sul sito ufficiale dell’azienda perché hanno bisogno di soluzioni ideali per il proprio bagno.

Il consiglio è quello di affidarsi a questa azienda nel momento del bisogno e di cercare di mantenersi aggiornati con le novità firmate Ideal Standard.