Archivi tag: accessori bagno

La piantana multifunzione: accessorio imperdibile!

Siete alla ricerca di novità per arredare il vostro bagno aggiungendo accessori innovativi e funzionali? Oggi vi aiuteremo ad arredare, soprattutto, la vostra sala da bagno con stile e mantenendo sempre il massimo confort!

Bastano davvero pochi semplici consigli per trovare gli accessori giusti e rendere il vostro ambiente sempre accogliente e piacevole da vivere. Continuate la vostra lettura per scoprire quali novità vi riserviamo oggi!

Il nostro obbiettivo è di ispirarvi nella ricerca, di consigliarvi al meglio al fine di scegliere un accessorio imprescindibile e di lasciarvi informazioni utili per trovare sempre l’elemento d’arredo che fa al caso vostro nel complesso e articolato mercato dei mobili e degli oggetti da bagno!

In bagno, si sa, il porta asciugamani è forse uno dei primi elementi a cui si pensa quando, dopo aver inserito i mobili e completato l’arredo, si calcola lo spazio a disposizione tra i sanitari per introdurre gli ultimi accessori.

A parete, a piantana, fisso o orientabile, il porta asciugamani è un accessorio indispensabile per il bagno. Di solito è necessario installarne almeno due, uno più grande accanto al lavabo e l’altro vicino al bidet e, spesso, si opta per i modelli a parete: una barra singola o un gancio ad anello sono sufficienti per tenere in ordine uno o due asciugamani. E occupano poco spazio … questo è vero! Ma chi l’ha detto che i modelli a piantana non sono una valida alternativa salva spazio?

Al contrario, in un bagno piccolo, dove i sanitari sono vicini, questo oggetto tuttofare si dimostra essere la soluzione ideale. Ci sono tanti porta asciugamani a colonna, infatti, con braccia orientabili e di diverse dimensioni, decisamente pratici e capienti, che si possono anche sistemare in un angolo angusto, o tra il lavabo e il bidet.

images (3)

La larga base ne consente un equilibrio perfetto! Oppure ci sono modelli accessoriati con vaschette e portasapone e con forme particolari, un po’ più ingombranti, ma di certo perfetti per dare grinta al bagno.

Una volta calcolati i centimetri a vostra disposizione, non resta che scegliere lo stile più adatto al vostro ambiente!

Siete più orientati per una piantana in legno? Si tratta di accessori molto pratici e stanno bene soprattutto nei bagni rustici e country perché creano un’atmosfera calda ed elegante.

Avete una predisposizione naturale per il metallo? Le piantane in metallo sono considerate come una sorta di jolly, perché se ne trovano di tutte le forme e finiture e si possono abbinare facilmente a qualsiasi arredo. Ad eccezione di quelli laccati in oro o in argento, che sono più indicati per un bagno classico.

Volete essere più pratici e scegliere degli accessori in plastica? Bianchi, neri, colorati, e persino in tante fantasie, sono economici e comodi, soprattutto per uno stile giovane o nel bagno di servizio. Ma attenzione, sono anche meno resistenti.

Infine, amate la ceramica? Lineari o lavorati, sono meno scontati, decisamente eleganti e si sposano bene sia con un arredo classico che con un’atmosfera più contemporanea.

Come per qualsiasi accessorio che si rispetti, anche per le piantane, il mercato del design e coloro che ne disegnano modelli, decorazioni e altro, offrono differenti modelli e tipologie. Scopriamo insieme come orientarsi nell’oggetto che fa al caso vostro!

Oggigiorno, il panorama dell’accessorio bagno offre tante differenti soluzioni di piantane bagno per assolvere ogni richiesta sia estetica sia funzionale. Colori, stile e design, per ogni spazio c’è una soluzione perfetta: moderne e minimali, dai colori accesi e brillanti, alle linee essenziali e dalla grande funzione.

Le piantane bagno possono essere caratterizzate da soluzioni di differenti altezze e dimensioni, in base alle necessità. Andiamo a spiegare perché si tratta di un oggetto multifunzione e a quali funzioni un elemento può rispondere

I porta asciugamani da terra, detti anche piantane, si presentano come accessori bagno che vanno a completare la stanza da bagno. Porta saponi, porta bicchieri, porta salviette, mensole, porta scopino, specchi e lampade per un “total look” unico e irresistibile.

La piantana bagno è un elemento multifunzione che può accogliere differenti tipologie di accessori da bagno, in unica soluzione. Possiamo preferire, infatti, soluzioni di piantane bagno che siano sia porta asciugamani, ma anche porta sapone, oppure optare per accogli dispenser per il detergente liquido, piano di appoggio per piccoli accessori come ad esempio il porta spazzolini.

In alternativa, la piantana può semplicemente essere un elemento verticale appendiabiti che possa accogliere asciugamani e accappatoi, che diversamente creerebbero disordine nello spazio bagno.

Quindi da un oggetto polifunzionale può trasformarsi i un semplice appendiabiti e porta asciugamani da sistemare anche in centro stanza. Sullo stelo sono presenti fino a venti piccoli ganci che si snodano intorno al tubolare di metallo, le piantane, dipende dalla casa di produzione, possono essere personalizzabili all’infinito!

Semplice e funzionale, si adatta perfettamente a ogni spazio della casa, perfetto per il bagno in cui può accogliere asciugamani e accappatoi. I prezzi presentano un’ampia forchetta, dipende sempre dai materiali, dai modelli e dalle marche, possiamo dire che il ventaglio varia dai cinquanta euro ai duecento euro… Tutto dipende dalle vostre esigenze!

Una vasta gamma di porta-salviette dai modelli più svariati vi aspetta per offrirvi un oggetto design la cui ergonomicità si sposa bene con l’efficienza delle linee. Questo perché le migliori case produttrici di accessori bagno si pongono come principale obiettivo l’idea di creare accessori sicuramente utili alla funzionalità del vostro ambiente-bagno ma, nello stesso tempo, quanto più ricercati possibili!

images (2)

Si tratta di accessori operosi e leggeri. La piantana del porta-asciugamani si erige in verticale, verso l’alto creando dinamismo nel vostro ambiente-bagno. Inoltre, si tratta di un oggetto leggero, maneggevole e sottile, infatti, la sua struttura essenziale lo rende una presenza discreta nel vostro bagno. Ecco come sfruttare al meglio le superfici, perché ogni centimetro fa la differenza!

Le forme tubolari e delicate permettono di appendere numerosi asciugamani e offrire una sensazione di robustezza nonostante la leggerezza della struttura in metallo. Le molteplici soluzioni consentono di agganciare non soltanto salviette ma, in base al modello che andrete a scegliere, è possibile combinare vari bracci: porta rotolo, numerosi porta-salviette oppure il braccio porta-scopino. Insomma, ancora una volta la versatilità tradisce la vostra fantasia!

Il nostro obiettivo primario è di consigliarvi accessori ed elementi bagno che sintetizzano fruibilità e design per offrire al vostro ambiente-bagno degli oggetti sempre in linea con i gusti contemporanei, pensati per il vostro comfort, senza rinunciare alla scoperta di nuove linee design. La forma accattivante e fuori dal comune fa di quest’oggetto un elemento singolarmente autentico!

Bagno: idee di progettazione per rinnovare l’ambiente

Per buona parte del XX secolo non si faceva il bagno più di una volta alla settimana e solitamente si usavano tinozza di stagno e acqua scaldata in cucina. Con il tempo la pulizia del corpo diventa un’occasione per trascorrere il tempo assieme ad altre persone. La velocità e lo stress della vita di oggi porta a ricercare un angolo di relax che nella casa è sempre più frequentemente identificato con il bagno..

Oggi il bagno in vasca o in doccia è diventato un modo per rilassarsi, solitudine e acqua sono due elementi per pensare con chiarezza. Il bagno non è più un semplice e solo spazio per l’igiene. Il bagno propone esperienze sensoriali di alto livello.

Progettare un bagno vuol dire dedicarsi ala realizzazione di un ambiente mirato al benessere del corpo e della mente. I designer oggigiorno progettano bagni dal design sensoriale. Il bagno è generato esclusivamente sulle emozioni derivanti dall’ acqua. Si tratta di un ambiente in cui si propone lo stato fisico dell’immersione misurata sulla totale fluidità di un contatto libero e spontaneo del corpo con le forme solide di un materiale naturale disegnato dal progetto.

images (5)

Un sistema, insomma, mirato all’interpretazione ri-naturalizzata dell’ambiente bagno. In realtà non viene proposto un progetto fruibile ma una interpretazione del bagno come uno spazio aperto alle sensazioni. Se il bagno è ben progettato… …l’evasione più pura inizia in casa. Udito, tatto odorato e vista, cinque sensi sono totalmente coinvolti in questa fuga dalla realtà!

Mentre la progettazione della cucina spesso si basa sul concetto di “triangolo operativo”, la pianta del bagno non si può ricondurre ad un’unica formula. Indipendentemente dallo spazio e dal budget disponibile, il bagno esige una progettazione accurata.

Occorre sempre porre particolare attenzione alle dimensioni tipiche dei sanitari, oltre allo spazio minimo per accesso ed uso. Una progettazione accurata consente di sfruttare al massimo tutto lo spazio disponibile. Aspetto importantissimo se le dimensioni sono minime!

Scegliere la collocazione per water, vasca, doccia e lavabo significa assicurarsi che ci sia abbastanza spazio intorno ad ognuno di essi, per garantire comodità e semplicità d’uso. Riguardo il posizionamento dei sanitari, esiste una regola basilare che occorre tener presente. Essa consiste nel prevedere una qualche separazione o distanziamento tra il water e il resto del bagno – o almeno evitare di collocarlo in linea con la testa della vasca.

download (1)

Il water dovrebbe essere nascosto, ovvero posizionato in modo da non essere la prima cosa che si vede entrando in bagno. I lavabi, invece, devono essere posizionati preferibilmente in punti che consentano una buona illuminazione naturale, per facilitare il trucco e la rasatura.

Spesso i soffitti bassi o inclinati creano un senso di oppressione, si può ovviare a questo problema con una illuminazione direzionata verso il soffitto, che riflettendo verso il basso, farà sembrare l’ambiente più spazioso. Il soffitto non deve per forza avere la stessa altezza in ogni parete del bagno.

 La vasca, invece, può essere collocata sotto un soffitto in pendenza, purché su un lato ci sia spazio a sufficienza per entrare e uscire e, la doccia, ovviamente deve essere almeno ad altezza d’uomo. Anche il water può trovarsi sotto un soffitto inclinato, ma davanti deve avere spazio sufficiente per stare in piedi.

L’ampio uso del vetro in bagno ne sottolinea i volumi dell’ambiente e lascia filtrare la luce naturale tra una zona e l’altra. Il bagno è racchiuso tra due tipi di vetro: smerigliato da terra fino ad altezza d’uomo, e trasparente sopra. Sul tetto, se avete un bagno vicino al soffitto, si apre un lucernario, compreso tra i travicelli in legno. Il pavimento potrebbe essere rivestito in tek, legno estremamente resistente all’acqua.

Se disponete di un piccolo bagno, esso può essere di dimensioni ridotte e funzionale se non, addirittura bello, purché la stanza sia studiata bene. Una progettazione intelligente, associata a sanitari e accessori compatti, ottimizzerà l’impiego dello spazio disponibile. Molto importanti sono le strategie decorative che accentuano il senso di spaziosità, invece di ridurlo. Per quanto il bagno sia piccolo, non c’è motivo di renderlo anche angusto.

La valutazione delle esigenze, e anche dei gusti, è una fase chiave delle progettazione! Quando lo spazio è ridotto al minimo dobbiamo accettare l’idea di non poter avere tutto. Dobbiamo chiederci quali sono i sanitari e gli accessori veramente indispensabili.

Un’altra idea innovativa che riguarda la progettazione sono le Cabine Bagno. Si tratta di strutture indipendenti che contengono sanitari e accessori all’interno di un ambiente più grande o di uno spazio aperto. Nella sua forma più semplice, una cabina bagno può essere un box doccia prefabbricato. I moduli più completi sono però quelli realizzati su misura che contengono lavabi, docce,vasche e water.

 La cabina bagno nasce in risposta alle esigenze di ristrutturazione delle ampie superfici dei loft. Sebbene siano progettate per fornire uno spazio intimo dove espletare i propri bisogni, la loro visibilità, in particolar modo in uno spazio aperto, non lascia nessun dubbio sulla loro finalità.

La Cabina Bagno si potrebbe trova al centro del loft, fra la zona giorno e la zona notte, ovvero posizionata nel cuore dello spazio all’interno di una struttura cubica, una sorta di casa dentro la casa. Come vuole l’estetica industriale, i sanitari inseriti dovranno essere semplici e funzionali.

La grande varietà di forme e materiali offre una maggior libertà espressiva! Il bagno è un ambiente non solo da utilizzare ma soprattutto da vivere è proprio uno spazio che sollecita i sensi e crea una atmosfera tranquilla e contemplativa. I materiali più versatili per l’ambiente sono il marmo, il mosaico, il legno, la pietra e il compensato.

images (3)

Per definizione si parla di bagno come spazio dedicato alla pulizia del corpo … ma abbiamo appreso che il benessere è ormai un elemento da cui non si po’ prescindere! In questo spazio sono distribuiti sanitari con diversa utilità… e il design d’avanguardia conferisce all’ambiente-bagno un punteggio aggiuntivo!

Oggigiorno, il bagno come è inteso come atmosfera  e stile personale, le  nuove gamme di prodotti sul mercato per la cura personale, uniti all’accurata progettazione dello spazio, all’estro dei designer; portano allo sviluppo di una atmosfera nella stanza da bagno che diviene una installazione funzionale di elementi scultorei.

 “L’architettura è sensuale perciò, più essa è presente negli oggetti, meglio è!”

Lo stile vittoriano per arredare il vostro bagno

Se amate tuffarvi in un’atmosfera ricercata e alquanto originale, pensate allo stile vittoriano e scopritene di seguito le caratteristiche salienti per arredare con gusto il vostro bagno!

Il bagno in stile vittoriano è emerso nel 1837 nel Regno Unito durante l’epoca vittoriana. Da allora, molti designer hanno creato servizi basati sullo stile e sul design vittoriano. L’attuazione del progetto originale vittoriano in camere moderne potrebbe subire alcune modifiche che soddisfino le attuali esigenze dei proprietari di casa.

images

I Bagni in stile vittoriano sono stati ristrutturati o ricostruiti per incorporare l’epoca in cui i proprietari ricchi proiettati su residenze di classe, utilizzando legno costoso e dettagli in ferro. I Bagni vittoriani consentono alla persona di lavarsi le mani e il volto, fare il bagno e usare i servizi igienici, come alla fine del 1800. Per coloro che già vivono in un design per la casa vittoriana, il ristrutturare il bagno in completo accordo con lo stile originale può richiedere mesi. Sarà necessario sostituire le strutture in legno, regolare la vasca e lavabo, oltre al pavimento, arredi e specchi che devono essere simile alla stagione.

La vasca vittoriana: design romantico e stile ricercato 

Dunque, se siete in cerca di uno stile affascinante ed elegante per decorare la vostra stanza da bagno potreste investire in vasca vittoriana, per esempio. Questo modello trasforma l’aspetto dell’ambiente, rendendolo più piacevole e accogliente per fare un momento di piacevole relax. Con il design classico che ha avuto successo in grandi palazzi, la vasca da bagno vittoriana è una risorsa di lusso per il vostro arredamento.

Considerata perfetto per la composizione di una vasca provenzale classica, la vasca vittoriana ha tutti gli attributi per essere presente e completare l‘estetica del bagno. Essa eredita le caratteristiche della decorazione del XIX secolo, dimostrando ciò che è più raffinato e lussuoso nei bagni Vittoriani. In base alla progettazione sovrano è di facile adattamento nello spazio, la vasca da bagno vittoriana appare come uno dei più ammirati oggetti presenti.

Prima di acquistare il prodotto, è importante identificare le caratteristiche principali di questo modello. Caratterizzata da linee arrotondate, l’articolo fornisce una comoda sistemazione per un bagno delizioso. Un altro aspetto caratteristico è la struttura in ghisa è in grado di mantenere la temperatura dell’acqua più a lungo.

Il design è caratterizzato dallo stile classico vittoriano, con finiture verniciate, garantendo brillantezza e raffinatezza. Le repliche fedeli sono anche classificate dai piedini curvi, che sono la base per sostenere il singolo pezzo e durante il bagno. In genere, i piedi presentano dettagli di finitura e lasciano il modello più imponente.

Il gioco, che a lungo ha composto i bagni della regalità, ora può essere incorporato nella decorazione delle case plebea. Con il fascino e l’atteggiamento del modello vittoriano ha ispirato lo sviluppo di altri bagni, che hanno conservato il disegno, ma innovato i materiali, i colori e le tecnologie.

Nel mercato, i consumatori possono trovare vasche di ghisa che hanno subito il restauro e la conservazione di base. Al contrario, ci si può anche imbattere in pezzi che incorporano caratteristiche tecnologiche avanzate per rendere il momento del bagno più confortevole e rilassante.

Oltre ferro, altri materiali vengono usati per fabbricare questo modello di vasca, è il quarrycast, un materiale di  tipo vulcanico, composto, che ha resistenza e garantisce la durata nei decenni. Esistono anche le versioni sul mercato in fibre sintetiche, che non sono così robuste, ma consentono vari adattamenti.

images (1)

In progetti di decorazione, i bagni vittoriani sono anche in grado di stabilire un dialogo perfetto con gli oggetti contemporanei, offrendo un vero e proprio mix di stili. I bagni vittoriani non devono presentare solo i colori neutri, possono anche essere personalizzati con toni forti o addirittura decorati con carta da parati, guadagnandosi l’effetto impresso.

Come imprimere il carattere vittoriano

La maggior parte dei bagni vittoriani hanno le pareti dipinte con colori ispirati all’epoca vittoriana, come il bordeaux, il viola e il blu profondo. Altri usano le repliche degli sfondi utilizzati all’epoca, come le grandi stampe floreali evidenziate con striature di tonalità oro o argento. Elementi di latta (tubature e rubinetti), anche popolare all’epoca, possono essere utilizzati in bagno e abbinati alla maggior parte dei colori della decorazione. Le vasche erano essenziali al tempo e oggi, è possibile riformare un vecchio o, se preferite, comprare uno nuovo con tutti i comfort moderni, tra cui un tubo di spruzzatura. I lavandini possono essere rivestiti con armadi in mogano, guardando i più ricchi esempi dell’epoca. La finitura del pavimento  in legno o marmo completa l’ambiente.

Identificare un bagno in stile vittoriano richiede il rispetto delle caratteristiche di arredo che erano importanti come vasi con rose inglesi, libri romantici e candelabri con candele accese. I vittoriani, amavano generalmente raccogliere stampe di animali dell’epoca, come cavalli e cani. Fotografie di donne importanti del periodo, tra cui la Regina Vittoria o la donna della casa stessa, di solito queste stampe decoravano il bagno con l’aggiunta di un tocco di femminilità. Bottiglie di profumo, spugne e spazzole per capelli con manici in argento per accentuare la vanità.

images (2)

Inoltre, le case vittoriane sono state costruite con soffitti alti, di solito più di quattro metri di altezza, che hanno permesso la costruzione di alte finestre e decorazioni con velluto e seta per le tende. I bagni devono anche essere abbastanza grandi da contenere una grande vasca. Un ripiano per trucchi e un piccolo spogliatoio sono anche annidati negli angoli della maggior parte dei bagni vittoriani. Dei piccoli lavandini possono essere introdotti perché la maggior parte delle donne vittoriane li utilizzavano al momento del trucco, specchiandosi e vestirsi dopo la doccia.

Considerazioni sul vostro borsino

Occorre sempre considerare il costo totale per ristrutturare un bagno in stile vittoriano. Questo tipo di toilette può costare sensibilmente di più di un bagno in stile tradizionale, perché la vasca, i pavimenti, gli impianti idraulici e tutte le altre funzioni devono essere rinnovate per soddisfare le moderne tecnologie. La ricerca di articoli funzionali per bagni in stile vittoriano possono richiedere tempo, e molti di questi articoli sono disponibili solo su ordinazione.

L’epoca vittoriana è avvenuto negli anni tra il 1837 e lo stile “Vittoriano” è un elegante design che crea un’atmosfera tradizionale e fornisce un tocco di eleganza al vostro bagno. Lo stile vittoriano originalmente è stato inteso per bagni di grandi dimensioni, ma ci sono parecchie idee che è possibile incorporare in piccoli bagni per ottenere un effetto simile a quello vittoriano. Quando si passa attraverso le idee per un piccolo bagno vittoriano, è importante considerare i costi complessivi che andranno nel completamento del progetto. Inoltre, assicuratevi di investire abbastanza tempo per identificare le appropriate caratteristiche adatte ai vostri interessi e al vostro bilancio.

Il vostro bagno si prepara ad accogliere la primavera

La primavera è alle porte e questa stagione porta con sé l’idea di rinnovare, di aprire gli ambienti al bel tempo e alla temperatura mite e dolce. Non fatevi cogliere impreparati e seguite questi suggerimenti d’arredo per accogliere al meglio la stagione primaverile nel vostro bagno!

Con l’arrivo della primavera, le collezioni delle migliori aziende d’arredo bagno si aprono a nuove prospettive di design, propongono stili leggeri e si coordinano per rinnovare tutta la casa con gusto tipicamente orientale! Ebbene sì, l’eleganza dei dettagli che contraddistingue lo stile giapponese con la sua ricercata semplicità, qualità e cura dei particolari, senza tralasciare il valore emotivo di ciascun oggetto è lo stile ideale per accogliere la stagione primaverile!

Un’immagine di fantasia e leggerezza, costruita su una gamma di fresche tonalità ispirate alla natura che rinasce: verde, turchese, ottanio e giallo, sono i colori convivono con le essenze e gli intrecci di materiali naturali e legni scolpiti. Questi ultimi, danno vita a oggetti e complementi d’arredo per la casa incredibilmente suggestivi.

Le grafiche sulle pareti e sui mobili, riprendono i motivi nipponici, geometrici e floreali sviluppati su porcellane, tovaglie, cuscini.

Le contaminazioni con elementi vegetali e floreali completano l’ambientazione, accanto alle collezioni di piatti e tazze in ceramica finemente decorata, ai bicchieri e alle caraffe in vetro che impreziosiscono la tavola, alle linee di tessili e alle lacche brillanti dei soprammobili per il soggiorno.

Tra le proposte per la primavera-estate,  il mercato del design riserva ampio spazio agli accessori da bagno e agli oggetti decorativi. Le linee essenziali e la gamma colori dei mobili riprendono quelli dei complementi d’arredo, accostando le funzioni principali in legno chiaro ai singoli pezzi, come sgabelli, piccoli pouf da bagno e porta asciugamani sviluppati nei colori primari della collezione. Una creatività basata sull’accostamento di elementi materici e disegni delicati.  

images (2)

Il bagno viene interpretato con un’immagine sofisticata, data da accostamenti minimali e pulizia di forme ed esaltata dalla scelta di prodotti e materiali d’eccellenza, come la morbida spugna di puro cotone delle linee di tessili, gli accessori in porcellana e le profumazioni con fragranze esclusive e sempre d’effetto.

Asciugamani in spugna leggera giapponese, accappatoi-kimono, accessori in marmo o in pietra, cestini fatti a mano e l’armonia di essenze di gelsomino, verbena e frangipani delle nuove fragranze originali e di forte impatto ma delicate nel contempo sono i nuovi must per la stagione che è alle porte.

La linea di asciugamani e teli in spugna, gli accessori e l’arredo per il bagno, moderno o classico, si arricchisce di nuove proposte con i colori della primavera-estate e con il mood che accomuna tutti gli ambienti della casa: lo stile nipponico, quintessenza di semplicità e cura del dettaglio, particolarmente evidente nei nuovi accappatoi firmati dai migliori designer. Come l’elegantissimo accappatoio a scialle reversibile, con interno in spugna ed esterno in tessuto tinto filo, il modello con stampa floreale o il kimono in tessuto stampato, romantico e femminile.

Altre proposte d’arredo di nicchia coinvolgono chi ha un appartamentino molto lussuoso e che certamente ama circondarsi di complementi d’arredo e accessori per la casa altrettanto esclusivi, mai lasciare nulla al caso, anche se si tratta del bagno! Abbiamo visto già in diverse occasioni la cura con cui ormai si arredano i bagni rendendoli spesso dei gioiellini molto intimi e preziosi.

Eccone un caso. La primavera arriva anche nel bagno lussuoso dove le linee di rubinetteria che hanno reso famosa molte aziende d’arredo bagno famose, si riscoprono sotto una luce limpida e tersa.

Dalle morbide curve di alle linee squadrate, dalle maniglie futuribili a quelle regolabili per un flusso d’acqua senza sprechi, fino ad arrivare alle forme compatte e cilindriche: una rassegna di prodotti di successo che ritrovano una nuova freschezza, quella che contraddistingue la primavera!

download

Questa è solo una dimostrazione di come le aziende d’arredo bagno siano stati capaci, negli ultimi anni, di interpretare con sempre nuovi stimoli il gusto di un bagno di tendenza, ma che al contempo rispettino il valore di una qualità eccelsa del prodotto.

Affidabilità, serietà e attenzione alla qualità gli elementi che continuano a confermare la stabile forza delle storiche aziende italiane, che da oltre 70 anni arredano i nostri bagni con sobria eleganza ed originalità. Diverse e accattivanti le soluzioni proposte dal mercato del design arredo-bagno, tantissime le combinazioni che vi permetteranno di scegliere la soluzione più adeguata per il vostro bagno!

Il sistema doccia completo: caratteristiche e componenti

Quali peculiarità ed elementi deve possedere un sistema doccia per definirsi completo ed assicurare il comfort del fruitore? Come orientarsi nella scelta di un sistema doccia le cui caratteristiche siano davvero soddisfacenti? Seguite attentamente i nostri suggerimenti per un acquisto ragionato e di sicuro successo!

La linea di sistemi doccia che trovate oggi sul mercato, prodotti da diverse aziende nazionali ed internazionali sono studiati per offrire il massimo comfort durante i minuti dedicati al vostro relax sotto la doccia.

Ciascuno di noi esige sempre il massimo, soprattutto in termini di comodità e funzionalità! Oggi vi illustreremo i componenti essenziali del sistema doccia che vi garantiranno il massimo del comfort sotto la doccia, al fine di provare un’esperienza doccia insuperabile!

Esiste una struttura doccia perfetta? Ebbene sì! Esiste un sistema doccia perfetto, quello composto da elementi che uniti all’esperienza tecnologica dell’azienda produttrice vi offrono la completa soddisfazione ogni volta che pensate di dedicare un prezioso momento della vostra giornata alla doccia.

In primis, ciò che rende davvero confortevole la vostra esperienza di relax e pulizia è la regolazione intuitiva del getto d’acqua. Affidatevi, quindi a delle aziende che hanno sviluppato sistemi di regolazione dei miscelatori che assicurano una distribuzione bilanciata dell’acqua per ogni singolo erogatore doccia.

download

Inoltre, un elemento da cui ciascun sistema doccia non può prescindere è l’installazione di  termostatici che beneficiano inoltre della tecnologia più avanzate per garantire massima sicurezza e completo confort.
spesso, legato al consumo dell’acqua si associa l’idea di risparmio e di ecologia, oggi è possibile regolare anche questo, affidandosi a delle aziende che hanno mostrato una spiccata sensibilità nella progettazione di pulsanti ecologici che, inseriti nel sistema doccia, riducono il flusso fino al 50%. Molti dei sistemi doccia presenti sul mercato hanno manopole e docce a parete con tecnologia risparmia acqua integrata. Questa limita il flusso d’acqua a 9,4 litri al minuto.

La scelta del giusto sistema doccia migliora il vostro ambiente-bagno e, qualunque siano le vostre preferenze di design, i requisiti di installazione e il budget che avete pensato di destinare all’impianto doccia, sappiate che le aziende presenti oggi sul mercato nazionale ed internazionale offrono soluzioni i cui sistemi doccia incontrano le esigenze più personali.

Se state pensando di ristrutturare il vostro bagno, oppure gli scarichi del vostro ambiente sono pre-determinati e non avete la possibilità di spostarli, non c’è alcun problema perché esistono modelli termostatici e deviatori che incontrano i vostri requisiti di installazione.

Orientatevi, dunque, verso la scelta di Sistemi doccia con la possibilità di scegliere tra due taglie di soffioni doccia (210 mm e 440 mm di diametro). Inoltre, il braccio è disponibile in due lunghezze: 390 mm e 450 mm e può essere ruotato di 180 gradi per comodità. La gamma di sistemi doccia è in continua espansione.
Le ultime novità introdotte sul mercato includono: Sistemi doccia con soffioncini, per una completa esperienza di idroterapia; Sistemi doccia con beccuccio per bagno, per fare la doccia nella vasca e il pacchetto doccia completo.

 La scelta di trasformare il vostro rituale doccia quotidiano con un sistema doccia all’avanguardia e tecnologicamente intelligente spetta sol a voi! I tre elementi essenziali per una grande doccia: la doccia centrale, la presenza della manopola e un miscelatore termostatico o una valvola divertore; quest’ultimo  vi permetterà di cambiare il tipo di doccia assecondando le vostre preferenze.

Trovare il sistema doccia perfetto per voi è davvero un gioco da ragazzi! I sistemi sono progettato per garantire a voi e alla vostra famiglia di provare l’esperienza di una doccia lussuosa con una manopola e una doccia centrale e, di migliorare la doccia che hai già senza l’inconveniente di dover rinnovare completamente il vostro bagno!

Sistemi doccia termostatici: per sicurezza e confort

I sistemi doccia con miscelatori termostatici sono caratterizzati da diverse tecnologie leader nell’industria per la vostra sicurezza e il vostro confort. Il ruolo del termostato all’avanguardia è molto importante, esso garantisce, infatti, che la temperatura della vostra doccia rimanga costante, in modo da non farla diventare improvvisamente gelata o pericolosamente calda. Inoltre, esso bloccherà anche il sistema doccia in caso ci sia un guasto nell’erogazione di acqua fredda.

images (1)

Un sistema doccia con manopole touch evita che il corpo del miscelatore termostatico diventi più caldo dell’acqua della vostra doccia: in questo modo, non c’è pericolo di scottarsi a causa di una superficie cromata bollente. Sarà, quindi necessario premere un bottone di arresto sul corpo del miscelatore termostatico per portare la temperatura dell’acqua oltre i 38º Celsius.

Affidatevi alla qualità di un’azienda che vi garantisca una doccia lussuosa, tutti i giorni! Un sistema doccia che si possa definire alla’avanguardia  unisce tecnologie leader a materiali di qualità e design premiato, per portare l’esperienza della doccia perfetta ogni giorno.

Accurati test sulle performance vengono effettuati dai laboratori aziendali per assicurare che i sistemi doccia siano affidabili, durevoli e vadano oltre le aspettative dei clienti.

Il miscelatore termostatico è una parte essenziale di una doccia ben progettata. Sicuro, comodo ed economico, garantisce il massimo piacere durante la doccia proteggendo dal rischio di scottature accidentali.

Cos’è un miscelatore termostatico per doccia?

ll miscelatore termostatico mantiene la temperatura dell’acqua sempre costante per tutta la durata della doccia. Modulando la portata dell’acqua in caso di aperture di nuove utenze, mantiene infatti la temperatura dell’acqua sempre costante. Esso funziona attraverso una valvola termostatica che miscela l’acqua calda e quella fredda alla temperatura pre-impostata e reagisce in tempi immediati a qualsiasi variazione della pressione o della temperatura nell’erogazione dell’acqua, regolando nuovamente la miscela di acqua calda e fredda. In caso di interruzione della fornitura d’acqua fredda, la valvola termostatica si chiude automaticamente.

Quali sono i vantaggi del miscelatore termostatico?

Il miscelatore termostatico offre tre importanti vantaggi: sicurezza, comodità e convenienza.

Sicurezza perché la temperatura dell’acqua preimpostata rimane costante per tutta la durata della doccia. Non sussiste quindi il rischio di scottature accidentali a causa di un aumento improvviso della temperatura o di docce fredde a causa di una riduzione della stessa temperatura. Inoltre, se scegliete la tecnologia touch, quest’ultima fa sì che la superficie esterna del miscelatore non risulti mai troppo calda al tatto.

Comodità perché i miscelatori termostatici mantengono la temperatura pre-impostata, consentendovi il massimo relax durante la doccia. Se interrompete il flusso dell’acqua (ad es. per fare lo shampoo), quando riattivate il termostatico la temperatura dell’acqua sarà identica a quella precedente la chiusura.

images

Risparmio perché l’installazione di un miscelatore termostatico consente un risparmio di acqua e di energia. Grazie alla sua efficienza, il miscelatore termostatico può essere ammortizzato in breve tempo.

Perché installare un miscelatore termostatico?

Per avere sempre l’acqua della doccia a una temperatura costante garantendo sicurezza e comfort a tutti i componenti della famiglia. Il miscelatore termostatico per doccia è particolarmente utile nelle famiglie con bambini o con persone anziane che, avendo una pelle più sensibile, corrono maggiori rischi di scottature.

Esistono diversi tipi di miscelatori termostatici per doccia?

Sì, certamente! Le migliori aziende produttrici di sistemi-doccia garantiti  offrono numerosi modelli adatti a soddisfare qualsiasi esigenza relativa alla doccia. I miscelatori termostatici esterni e da incasso per doccia e i miscelatori per vasca/doccia offrono vantaggi straordinari in qualsiasi fascia di prezzo, mentre il design elegante è perfettamente coordinabile con le linee di rubinetteria della medesima azienda.

Ceramica di qualità il piatto doccia ideale per il vostro ambiente-bagno

Quale qualità di ceramiche scegliere per il vostro ambiente-bagno? Quanto influenza la durata dei sanitari il materiale che li compone? Perché orientarsi nella scelta di componenti la cui qualità sia frutto di esperienza?Leggete attentamente quanto segue per scegliere il vostro piatto doccia con cognizione di causa.

Gli elementi ceramici che compongono l’ambiente-bagno di oggi, utilizzando un perfetto mix fra alta tecnologia e competenze artigianali. La qualità di ogni prodotto parte dalla selezione delle materie prime, analizzate e deferrizzate direttamente in azienda, prima della preparazione degli impasti.

La maggior parte degli elementi di pregiata ceramica sanitaria viene realizzata in Vitreous-china mentre il fire-clay (meno soggetto a ritiro da cottura) viene utilizzato su piatti doccia o elementi di grandi dimensioni. Fra i dettagli che sottolineano la ricerca qualitativa dell’azienda la smaltatura interna dei vasi (sifone, brida esterna) e un complesso sistema di test finali per verificare prove di carico su sanitari sospesi e lavabi e la funzionalità degli scarichi di ogni vaso.

download

Inoltre, a questa preparazione degli “ingredienti”necessari per produrre una ceramica di qualità, occorre che i componenti sia testati da un sistema di qualità “CheckSan” che garantisce la conformità dei sanitari di qualsiasi azienda produttrice.

Il  piatto doccia: caratteristiche peculiari

La superficie del piatto doccia deve possedere delle caratteristiche imprescindibili che, non solo ne garantiscono la qualità ma, anche la nostra sicurezza. La superficie del piatto doccia deve, quindi, presentarsi come antigraffio ed assicurare la stessa brillantezza del primo giorno d’installazione per sempre. Questo elemento, una volta fabbricato deve essere sottoposto al test di resistenza all’abrasione e al graffio, evidenziando, infatti, una perfetta tenuta della superficie, superando, se possibile, i valori della norma di riferimento UNI 4543/2.

È noto che sulle superfici calpestabili dei piatti doccia, di qualsiasi materiale, vengono applicati, a basse temperature o a freddo, materiali anti scivolo che rendono la superficie ruvida, facilitando cosi il deposito di impurità, residui organici, batteri ed inoltre non è assicurata la durata del trattamento nel tempo. Il piatto doccia deve quindi presentare una superficie antiscivolo nella sua propria unica fusione, ottenuta ad altissime temperature di 1.250° e per questo è indelebile e garantito a vita..

Inoltre, preferite tutta la praticità di un materiale antimacchia! Il materiale che compone il piatto doccia è privo di porosità e qualsiasi agente macchiante si deposita sulla superficie senza penetrare negli strati interni della ceramica, permettendone quindi la rimozione con solo acqua. Non è necessario nessun trattamento, se il piatto doccia possiede un antimacchia certificato, secondo la normativa UNI4543/2.

Con uno spessore di soli 3 cm il piatto doccia risulta estremamente maneggevole. Orientate la vostra scelta verso aziende la cui missione è sinonimo di ricerca e innovazione, che tendono a superare, infatti, le barriere della ceramica tradizionale e con tutti i suoi lati completamente smaltati è reversibile. Un piatto doccia che presenta queste caratteristiche peculiari può essere installato in qualsiasi ambiente bagno, adiacente alle pareti, centro-stanza o filo pavimento, per rendere la zona doccia accessibile anche alle persone diversamente abili.

images

Potete trovare piatti doccia dal design moderno e funzionale, in soli 3 cm di spessore! Le speciali semisfere presenti sul fondo del piatto hanno la funzione di attivare, inoltre, un piacevole massaggio plantare, che stimola la circolazione sanguigna. Il design dei piatti doccia, oggi, è studiato per conferire effetti benefici al piede e quindi a tutto il corpo! Il processo di fusione dei materiali che compongono il piatto doccia garantisce l’impenetrabilità̀ della superficie, dotata di un forte potere ossidante. In questo modo, lo sviluppo degli agenti patogeni viene eliminato. Ricordatevi, inoltre, di fare attenzione che si tratti di un materiale completamente atossico e, quindi, che non sfavorisca il proliferare dei batteri.

I milleusi della scaletta decorativa nel vostro ambiente-bagno!

Vi piacciono le scalette decorative da inserire nel vostro ambiente-bagno e pensate di acquistarne una? Immaginate di decorare una scala portasciugamani ma non siete sicuri della vostra scelta? Oggi vogliamo aprire una parentesi d’arredo molto attuale! Si tratta della scala decorativa dai mille usi! Continuate la vostra lettura per scoprire cosa vi riserva!

Nella gestione di una casa, la scala a libretto è un elemento indispensabile e insostituibile salvo poi una volta utilizzata riporla immediatamente nascosta dalla vista. Una sorte migliore capita alle scale a pioli montate a servizio di una libreria o di un soppalco che il più delle volte vengono lasciate a vista, ma fino ad oggi l’ utilizzo della “ scaletta” non aveva mai avuto una funzione decorativa.

Nell’ambito del riuso o dell’utilizzo in maniera alternativa degli oggetti da noi quotidianamente utilizzati per funzioni specifiche vi proponiamo alcune idee, a nostro avviso facili e originali che possono essere realizzate con delle scale a libretto o a pioli vecchie o comprate per l’occorrenza.

Se prendiamo in considerazione i vari ambienti della casa, possiamo trovare soluzioni davvero originali!

In cucina, ad esempio, una scala a libretto può essere utilizzata come porta oggetti usando delle mensole a misura oppure, se la scala è a pioli può essere appoggiata al muro o appesa a soffitto  diventando  un’ ottima rastrelliera per le pentole e gli utensili.

download (1)

In soggiorno la scala sempre con l’aggiunta di mensole può diventare una comoda libreria,o addossata al muro con l’utilizzo di un piano più largo può venire usata  per creare un angolo pc, o utilizzata per esporre una collezione …

In camera da letto può diventare un utile comodino o un supporto per una lampada!

Infine, è proprio in bagno che l’utilizzo può essere molteplice; sia come porta asciugamano addossando una scaletta a muro che, utilizzando una piccola scala a libretto, come mobile porta oggetti.

Ma approfondiamo meglio questo aspetto!

La scala decorativa è divenuto un oggetto-design quasi imprescindibile nel vostro ambiente-bagno. Indipendentemente dallo stile d’arredo, dal moderno al più classico, il mercato del design offre soluzioni ricercato per inserire una scala decorativa e funzionale nella vostra sala da bagno.

L’uso più diffuso della scala decorativa è quello di impiegarla come porta-salviette. Il vantaggio di questi accessori d’arredo è che non necessitano il fissaggio a parete, quindi eviterete scomodi e poco estetici fori e, soprattutto quando la posizione non vi soddisfa più, potete spostarla e cambiare prospettiva al vostro ambiente-bagno.

Se la vostra famiglia conta molti membri, oppure volete fare sempre bella figura quando accogliete degli ospiti, in base all’altezza della scaletta, potrete disporre di numerosi pioli in cui appoggiare con ordine, asciugamani sempre puliti e freschi perché ciascun fruitore sia a proprio agio nel vostro bagno.

Inoltre, se avete l’abitudine di cambiarvi in bagno, dopo la doccia, potrete usare i pioli disponibili per appoggiare indumenti e, quindi, avere sempre tutto l’occorrente a portata di mano.

Se preferite una scala meno mobile,potrete sempre scegliere di appenderla alla parete. Certo, questa scelta comporta la perdita di un lato della scala e, di conseguenza, una riduzione dei pioli a vostra disposizione.

Riguardo i materiali, scegliete con tranquillità quello che si adatta più al vostro ambiente! Che sia in legno, acciaio ludico o cromato, metallo, cuoio…ecc… la vostra scala multiuso apporterà un tocco di eleganza al vostro bagno!

download

In più, esistono dei modelli che propongono, se collegati all’impianto elettrico, di riscaldare gli asciugamani appoggiati per un comfort massimo! La scala-porta salviette è quindi un accessorio davvero utile da inserire nel vostro ambiente-bagno!

San Valentino: romantiche idee per un amore di bagno!

San Valentino è alle porte! Avete pensato di pianificare una sorpresa originale? Vorreste organizzare una serata unica e davvero esclusiva? Non pensate a prenotare in ristoranti costosi! Quest’ultima non sarebbe proprio una scelta originale! Piuttosto, pensate a ricreare nella vostra casa, un’atmosfera romantica e davvero coinvolgete! Dove organizzare tutto ciò? Nel vostro ambiente-bagno naturalmente!

Ebbe sì! L’ambiente-bagno accompagna le vostre esigenze più intime a 360 gradi! Oggigiorno la vostra sala da bagno va reinterpretata continuamente e, adattata alle vostre giornate e attività quotidiane. Seguendo questi preziosi e romantici suggerimenti organizzerete una serata di San Valentino davvero originale, indimenticabile e coinvolgete!

images (1)

Il colore dell’amore per eccellenza è il rosso che invoca la passione e il romanticismo. Sicuramente dovrete avvalervi di accessori, oggetti ed elementi le cui sfumature e sfaccettature cromatiche ricordano il rosso! Andrà bene adattare anche il rosa, il lilla e l’arancio …

Le nuance scelte andranno abbinate ai profumi, scegliete degli incensi, dei diffusori di essenze gradevoli o delle semplici candele profumate perché anche le fragranze si uniscano ai colori per creare un’atmosfera passionale e profondamente accogliete.

Pensate a creare un’atmosfera misteriosamente calorosa applicando morbide tende nella zona della vasca in modo da ritagliare uno spazio dedicato proprio alla vostra serata di San Valentino! Preparate la zona dedicata alla vasca (meglio ancora se idromassaggio) con profumati petali di rosa cosparsi qua e là, quindi appoggiate delle piccole saponette colorate a forma di cuore e accendete delle candele disposte sulle mensole.

Per completare l’atmosfera tenera e poetica, potrete aggiungere, a bordo vasca due preziosi calici di vino in cristallo, dei cioccolatini e una bella bottiglia di vino frizzante!

Vestite il pavimento con dei morbidi tappeti che accompagnino i vostri passi verso la zona vasca, prevedete dei profumati accappatoi a portata di mano e meditata di selezionare una playlist rilassante da diffondere al momento dell’idromassaggio!

images

Se preferite, potrete sempre completare il vostro personalizzato arredo-bagno creando un originale ed accogliente angolo con cuscini e, infine, considerate di appoggiare un elegante vaso di fiori freschi a stelo lungo.

Tutto è pronto per trascorrere nel vostro ambiente-bagno una serata di San Valentino all’insegna dell’amore e del benessere, piacevolmente gradevole e, sicuramente, originale e innovativa!

Tappeti bagno: veri e propri complementi d’arredo!

Avete sempre sottovalutato l’importanza estetica del tappeto in bagno? Pensate che la scelta dei tappeti sia solo un optional che non influenza lo stile del vostro arredo-bagno? Ebbene, oggi vi ricrederete! Il tappeto gioca un ruolo importante sia per comfort, sia per design!

Lunghi o corti per ogni vostra esigenza e corrispondenti alle dimensione del vostro ambiente-bagno, scendi-doccia o set composti da tre pezzi… senza dimenticare il copri-asse per evitare gli urti violenti soprattutto dei più piccoli.

I tappeti svolgono diverse funzioni importanti all’interno del vostro ambiente-bagno e la scelta dei tessuti, colori, dimensioni e qualità è di fondamentale importanza al fine di accrescere il comfort della vostra sala da bagno!

I tappeti sono degli accessori imprescindibili per il vostro ambiente-bagno. Riuscireste mai a pensare di uscire dalla vostra doccia o dalla vasca da bagno e non avere un morbido tappeto che accolga i vostri piedi umidi? Questa è solo una delle tante funzioni che i tappeti svolgono in bagno!

images

Che sia lungo o corto, soffice o rigido, in ciniglia o in cotone , pensate ai tappeti come a degli accessori (alla stregua del porta-rotolo o degli appendini pensili, etc.) di facile utilizzo che accompagnano le vostre attività quotidiane ma che aggiungono un surplus, un dettaglio in più per abbellire e rinnovare il vostro bagno.

Come tutti gli accessori-bagno, essi sono tranquillamente coordinabili fra loro e, con salviette, tende e sanitari.

Se volessimo dare una definizione generica di tappeto, forse si potrebbe definire come un morbido appoggio a terra e un gradevole inserto tessile da coordinare possibilmente agli asciugamani o ai colori presenti nell’ambiente. Va vediamo nel dettaglio le sfaccettature d’arredo e la moltitudine di attività a cui un semplice tappeto da bagno deve adempiere!

I tappeti per il bagno fanno parte dei corredi bagno e per questo si trovano quasi sempre coordinati alle linee di asciugamani. Pensati come comoda e morbida base d’appoggio quando si esce dalla doccia o dalla vasca da bagno o quando si usa il lavabo, sono realizzati solitamente in spugna di cotone idrofilo, ma vi sono modelli anche in microfibra di poliestere. Tutti sono dotati di sistemi antiscivolo presenti sull’intera superficie del dorso. Caratteristica fondamentale è che siano lavabili in lavatrice a 40 °C o a 60 °C.

tappeti bagno sono disponibili in svariate tonalità di colore, nella maggior parte dei casi in tinta unita. Se sono lavorati, hanno decori essenziali o geometrici abbinati alla tonalità del colore degli asciugamani.

La misura più frequente è quella media di circa 60 x 90 cm, ma vi sono tappeti più piccoli, per esempio di 50 x 80 cm, o più grandi da 70 x 140 cm.

download

La forma più comune è la rettangolare, ma esistono anche tappeti ovali o a mezzaluna, e non mancano forme insolite o particolari.

Se nel bagno si usano più tappeti, per esempio uno davanti alla doccia e uno davanti al lavabo, vanno rigorosamente coordinati per colore e materiale, possibilmente anche in abbinamento a quello degli asciugamani, e in ogni caso in armonia o netto contrasto con la tinta del pavimento.

Portate l’essenza e il calore del legno nel vostro bagno

Vorreste creare un’atmosfera maggiormente accogliente nel vostro ambiente-bagno? Avete pensato di inserire degli arredi in legno ma non riuscite a trovare uno stile che vi soddisfi? Lasciatevi ispirare dalle calde e accoglienti note di un bagno completamente rivestito in legno e seguite i nostri suggerimenti per un ambiente dal profilo ospitale e gradevolmente piacevole.

Un sala da bagno dallo stile esotico, un ambiente-bagno dal design orientaleggiante (giapponese oppure mediorientale) oppure un bagno dall’arredo che ricordi la Scandinavia e i paesi di montagna? Ebbene, quest’ultima soluzione è perfettamente in linea con la stagione attuale. In inverno, si vorrebbe un ambiente-bagno caldo, accogliente i cui elementi partecipano armoniosamente in questo rimando di sensazioni piacevoli.

images (4)

Il legno è il materiale principe indiscusso per creare questo tipo di atmosfera, per arredare conferendo calore e un’essenza legnosa, quasi romantica.  Questa idea di arredo- bagno rima perfettamente con le parole benessere e relax, perché il vostro agio sia sempre il motivo principale delle vostre scelte in fatto d’arredo-bagno.

Si tratta di un gusto d’arredo che ben si sposa con lo stile moderno, perché il legno crei un’atmosfera dolce, di serenità, propizia al rilassamento.

Navigando su internet trovate modelli d’arredo e stile che ispirano le soluzioni più originali e non troppo costose! Vi piacerebbe realizzare un bagno rivestito completamente in legno, dalla pavimentazione al soffitto, passando per le pareti? Oppure la vostra idea di arredo si avvicina più a quella di creare uno spazio rivestito in legno da ricordare una sauna?

Il legno non apporta solo una sensazione di benessere e accoglienza ma, si adatta perfettamente alle misure del vostro bagno, lo trovate in diversi colori e qualità perché possiate scegliere venendo incontro al vostro borsino e alle vostre esigenze estetiche. La scelta del legno apporta un gusto semplice, moderno, designa un carattere originale e tradizionale nel contempo!

Riguardo la scelta dei materiali più adatti, potete orientarvi vero il teck o l’okumé, oppure verso delle qualità più tradizionali come il pino. Qualsiasi sia la varietà di legno da voi scelta per tappezzare le pareti, ricordatevi che i colori scuri tendono a rendere le dimensioni dell’ambiente ridotte, mentre i colori chiari enfatizzano l’idea di spazio.

Quali vantaggi comporta la scelta del legno? Esistono pro e contro?

La scelta di arredare l’ambiente-bagno inserendo degli elementi in legno era, dapprima criticata perché si sospettava che il legno attirasse l’umidità e andasse poco d’accordo con i vapori che circolano in bagno. Quindi, per questi motivi, si poteva rovinare presto e magari, era soggetto a gonfiarsi. Questi pregiudizi sono ormai stati sfatati! Addirittura, oggi si afferma che il material più adatto per creare calore e benessere, distensione e piacere  sia proprio il legno!

images

Quindi, grazie alle ricerche e alle tecnologie, oggi più che mai il legno è promosso come rivestimento mai freddo! Inoltre, è dichiarato perfettamente isolante e assorbe naturalmente l’umidità presente nell’aria. Inoltre, potrete uscire dalla vostra doccia o bagno caldo a piedi nudi e trovare una sensazione di calore che accoglie i vostri piedi!

Se ben posato, il legno respira e non teme il vapore, né la condensa. Pensate come prova tangibile alle saune nordiche! Dal punto di vista dell’arredo, la moltitudine di essenze e di finiture disponibili permettono di personalizzare lo spazio incontrando tutti i gusti, dal più rustico al più contemporaneo.

Alle pareti, soffitto e tramezzi separativi …. Rivestimento cerato o oleato, naturale o colorato conferirà un certo tono. Al pavimento scegliete di posare un parquet che ricordi il ponte di una nave!

Accessori e arredo-mobili in legno di tendenza

Il legno ha sempre ispirato i migliori architetti e i più famosi designer! Oggi si trovano sul mercato degli splendidi modelli di vasca da bagno, docce e lavabi con lamelle in legno impregnato di resina.

I mobili sono sempre realizzati in legno massello (pensate al pino, per esempio) oppure in materiali compositi placcati.

Come ultimo tocco decorativo e di stile passa attraverso la scelta degli accessori in legno: porta-salviette, tavoletta, cornice per specchio, porta-sapone

Perché le pareti respirino, pensate ad un ambiente che sia ben ventilato: l’aria deve poter circolare, quindi optate per delle finiture cerate o oleate (olio di lino), un saturatore oppure una pittura ad acqua. Perché la ventilazione sia intelligentemente strutturata, occorre che sia naturale o controllata, l’importante che eviti la formazione di muffe poco igieniche e di attivi odori.

Evitate le finiture con vernice perché rischiano di staccarsi e sfaldarsi. Tutte le scelte di essenze sono possibili ma ponete una particolare attenzione al legno di quercia e al castagno perché rischiano di rovinarsi prima degli altri.

images (1)

Per un parquet che regga bene l’acqua, scegliete un’essenza resistente all’umidità!

Sbizzarritevi a ricreare l’armonia e il calore che avete sempre desiderato per il vostro ambiente-bagno!

La qualità di legname più in voga oggi è il legno tropicale oppure il legno europeo.

Oggigiorno l’ambiente-bagno è divenuto una vera e propria sala in cui trascorrere dei momenti piacevoli, quindi l’arredo deve corrispondere perfettamente alle nostre attese e esigenze affinché questo spazio si trasformi nell’ambiente che più desideriamo.

Per un lavoro di qualità, di precisione e per risultati eccellenti affidatevi ad esperti nel settore e a personale qualificato, specializzato nel trattamento e posa del legno. Questi professionisti vi sapranno consigliare al meglio e provvederanno a sciogliere i vostri dubbi in fatto di arredo-bagno utilizzando il legno!

Regalatevi il rituale dell’hammam nel vostro bagno

Vorreste ristrutturare il vostro bagno per crearvi un vero e proprio centro benessere ma non trovate l’ispirazione giusta? Avete voglia di uscire dai soliti canoni di arredo-bagno ma non sapete che stile scegliere? Se per voi l’ambiente-bagno è sinonimo di benessere, relax e magia, seguite i nostri suggerimenti per trasformare la vostra sala da bagno in un autentico hammam!

In un ambiente umido e denso di esalazioni profumate le parole si mischiano alle risate, al rumore dell’acqua che scorre e a quello sordo dei secchi di metallo contro le panche di marmo. Una pratica che viene da lontano e che affascina migliaia di persone di cultura diversa. Arriva dai Paesi Mediorientali ma affonda le sue radici nell’antico mondo greco-romano, si chiama hammam meglio conosciuto come bagno turco.

È il luogo di elezione delle donne e degli uomini arabi che ricreano i propri rituali igienici, estetici, terapeutici ma soprattutto sociali. Nel rituale del hammam bellezza e benessere, cura del corpo e relax della mente si mescolano.

images (3)

Come nei più antichi hammam mediorientali e magrebini, anche voi, presto, avrete la possibilità di recarvi nel vostro bagno turco personale per vivere il rituale del hammam e così ritrovare la gioia di dedicarsi del tempo.

Varcandone la soglia entrerete in una nuova dimensione, accolti da un ambiente di gusto completamente orientale, dove sofà, tappeti berberi, arazzi uzbeki, tavolini in ferro battuto e zelij comporranno questa magica oasi di relax e benessere. E dove potrete godere dei benefici del hammam.

Perché l’obiettivo del vostro arredo bagno orientale è quello di creare un percorso di benessere al fine di farvi rilassare sia con il corpo che con la mente. Abbandonato l’orologio e dimenticato lo stress, ci si assicura una quiete assoluta, tante coccole e il relax più completo.

Per questo motivo è necessario disporre di almeno un paio d’ore di tempo per godere pienamente del vostro nuovo ambiente-bagno stile hammam.

Continuate la vostra lettura per scoprire quali elementi cercare e come strutturare un ambiente-bagno con le caratteristiche peculiari dell’hammam! Un angolo d’oriente dove potrete regalarvi e regalare momenti di benessere indimenticabili.

Sicuramente occorre valutare bene lo spazio a vostra disposizione ed affidarvi ad un’azienda specializzata nella produzione di saune e bagni turchi.

Lo spazio a vostra disposizione deve, chiaramente essere sfruttato al meglio, per regalarvi un piccolo centro benessere fra le pareti domestiche. Quali sono le dimensioni di cui dispongo? Proseguite, quindi, con la scelta delle misure che fanno al caso vostro e, pensando al numero di persone che usufruiranno dell’hammam, per valutare con oculatezza tutti gli elementi che andranno a comporre un bagno turco declinato non solo a ragioni funzionali, ma anche al gusto estetico e alle scelto d’arredo nel resto dell’abitazione.

Valutate, quindi il numero di sedute, di porte e le vetrate, le fonti ma anche il pannello di diffusione e il generatore di vapore, con dovizia di dettagli. Così conoscerete il ventaglio di  che più fa al caso vostro!

Anche se le dimensioni della vostra doccia sono contenute, grazie a un’oculata ottimizzazione, potrete godere di tutti i benefici di un hammam attrezzato e rifinito con dettagli e accessori.

images (2)

Una caratteristica dell’hammam è la presenza del vapore, quindi occorre conoscere le innumerevoli soluzioni presenti sul mercato per strutturare una personale area relax, coincidente con la scelta della tecnologia di diffusione del vapore. Dopo un’accurata ricerca orientata verso le più performanti soluzioni tecnologiche potrete scegliere tra differenziate modalità di diffusione del vapore.

A questo proposito un’azienda Made in Italy e leader nella creazione di spazi con bagni turchi, la Effegibi ha pensato di sperimentare e proporre alla propria clientela tre soluzioni diverse per ottenere vapore in tutta sicurezza. Scopriamole qui di seguito!

Si tratta di tre prodotti che non si limitano a uno scarso ingombro, ma che possono essere considerati veri e propri gioielli d’arredo, semplici da utilizzare eppur segnati da un’evidente ricerca estetica.

Touch&Steam è un oggetto di design completo di generatore di vapore, che consente di monitorare e azionare il tuo bagno turco con semplici e funzionali comandi touch screen. Touch&Steam si presenta come una lastra di vetro di design completo di generatore di vapore, all’interno del quale è contenuta la massima tecnologia esistente nel campo della produzione del vapore. I comandi touch screen, rendono semplice ed intuitivo l’utilizzo del bagno turco. Con Touch&Steam, di serie si possono avere cromoterapia, circolazione di aria riscaldata, diffusione forzata del vapore e predisposizione per audio diffusione.

Nuvola Touch è un generatore dotato anch’esso di un dispositivo di controllo touch screen, caratterizzato da un forte risparmio energetico. La sobria e discreta presenza del dispositivo permettono l’installazione a vista o, se preferite all’interno di un vano tecnico.

download

Omniasteam Touch, facile da installare, è disponibile in più di una versione e diffonde il vapore grazie alla semplice installazione di una porta declinata in più di un range di potenza.

Evitare le dispersioni di calore per garantirti la massima efficienza del vostro hammam è così semplice grazie ai kit di coibentazione per bagni turchi studiati da Effegibi!  I generatori di vapore proposti non si limitano solo a contenere lo spazio ma, grazie anche alla loro interfaccia accattivante, sono veri e propri elementi estetici.

Attualizzando il messaggio di Sherazade, l’indimenticabile protagonista delle Mille e una notte “una casa non è completa se non ha il suo bagno turco”…

Per un ambiente bagno che profuma d’oriente: ecco lo stile nipponico!

Lo stile d’arredo del vostro ambiente-bagno non vi soddisfa più? Avete voglia di sperimentare nuove idee d’arredo-bagno originali e ingegnose? Pensate ad un tocco orientale per creare un’atmosfera diversa? Seguite i nostri consigli per arredare con fantasioso stile nipponico il vostro ambiente-bagno all’insegna del relax!

In casa si trascorre gran parte del tempo, ed è normale che spesso si senta l’esigenza di rinnovare lo stile d’arredo di qualche ambiente.

Se la vostra intenzione è quella di trasformare il vostro ambiente-bagno in una stanza particolarmente rilassante, lo stile giapponese è proprio la scelta-design che fa al caso vostro! Per arredare seguendo le caratteristiche dello stile nipponico, ogni elemento deve contribuire a raggiungere questo scopo: dallo spazio alla disposizione interna dei mobili, passando per l’uso dei colori e dei materiali.

images (1)

Questi suggerimenti, nello specifico, vogliono fornirvi degli utili consigli su come arredare il bagno, una stanza particolarmente adatta alle volontà distensive dello stile nipponico. Lo stile giapponese mescola tradizioni e filosofie orientali. Lo scopo principale è riuscire a ricreare un atmosfera Zen, calmante e rasserenante. L’arredamento minimal è molto diffuso in Occidente, ma è in realtà una caratteristica orientale.

Il processo di sottrazione degli elementi che non siano funzionali è la base su cui partire. Per il bagno valgono le regole che delineano le altre stanze, le differenze sono imposte dalla peculiarità del luogo. Per quanto riguarda il materiale, impiegate quindi il legno e il bambù ma anche il metallo (che crea un piacevole contrasto) ma disponete pochissimi mobili. Fissate soprattutto appendi asciugamani, poco ingombranti ed essenziali.

Sistemate un lavandino in ceramica bianca o graniglia smaltata in finto legno, meglio se al centro dell’unico ripiano da sistemare nella stanza, dello stesso materiale e colore. Disponete il box doccia il più possibile nascosto (in un angolo e riprendendo i colori della parete), questo elemento è in realtà una forzatura occidentale. I giapponesi non lo usano, si siedono su uno sgabellino e si insapono e si sciacquano con l’acqua di un catino, sistemato ai loro piedi.

Solo successivamente, e già lavati, si immergono in una vasca da bagno, più che altro per rilassarsi (e non usano più il sapone). È la vasca da bagno, l’elemento principe, quindi, la parte essenziale di un bagno in stile nipponico. Ma anche i colori contribuiscono in maniera determinante alla creazione di un ambiente Zen: il bianco, il grigio, l’azzurro e il verde sono i più importanti perché richiamano l’acqua, l’elemento simbolo di questa stanza. Mentre è meglio evitare il rosso, l’arancione e il giallo, colori che invece evocano il fuoco, l’elemento opposto.

Lo stile Zen giapponese si intreccia spesso al Feng Shui cinese, essendo entrambi concentrati sulla ricerca di un equilibrio naturale, di un benessere fisico e mentale.  Per questo gli elementi diversi non devono mai venire a contatto (come nell’esempio precedente dell’acqua e del fuoco), è importante stabilire le giuste energie all’interno d’ogni stanza.

images (2)

Gli specchi devono essere pochi e mai uno di fronte all’altro: secondo la cultura orientale, possono infatti creare riflessi di energia pericolosi per il nostro equilibrio.  Sono inoltre pochissimi gli elementi decorativi da sistemare. Potete disporre alcuni vasi con dei fiori freschi o appendere quadri che rappresentino luoghi naturali, e che possano trasmettere energia vitale..

Spesso, un bagno rilassante è sufficiente per ricaricare le “batterie” per il giorno. Lo stile giapponese è una scelta adatta per bagni perché utilizza un sacco di elementi e materiali naturali.

Un bagno in stile giapponese è moderno e minimalista, il che significa che non si trovano pezzi molto diversi di mobili e accessori. Di conseguenza, si dispone di un ampio bagno,  per aiutarvi a rilassarvi.

Se il bagno è dotato di doccia o vasca da bagno indipendente, questo spazio è considerato intimo e, il più delle volte, saranno circondati / protetti da pannelli di legno e porte scorrevoli, il legno, in combinazione con le finestre vetro opaco per una tranquilla, romantica. La cromatica è importante anche in stile giapponese ed è caratterizzata da colori neutri e terrosi che si mescolano bene visivamente.

E’ importante che i complementi d’arredo scelti per il vostro ambiente bagno siano semplici e sobri, caratterizzati da ampie superfici e mobili bassi in altezza, meglio se in legno. Niente mattonelle o piastrelle, un ambiente-bagno in stile giapponese deve essere rivestito dal tatami, la pavimentazione tradizionale composta da paglia di riso intrecciata e rivestita il giunco.

La colonna bagno: suggerimenti per un arredo funzionale

Vorreste ricavare più spazio nel vostro ambiente-bagno senza rinunciare alla comodità di mobili – contenitore in cui conservare i prodotti per la vostra tolette? Cercate una soluzione pratica per arredare un bagno dalle dimensioni ridotte?  Desiderate arredare in maniera moderna senza spendere un occhio della testa? Se avete risposto positivamente a queste domande, continuate la vostra lettura perché abbiamo una soluzione d’arredo che vi lascerà di stucco!

Spesso l’arredo pensiamo che arredare un bagno sia come arredare un’altra zona della casa, quindi ci buttiamo a capofitto nella ricerca di soluzioni d’arredo ingombranti, poco adatte alle misure reali dell‘ambiente-bagno in cui andranno inserite … insomma progetti d’arredo fallimentari perché conducono a scelte errate. Non sempre un arredo articolato funziona per il bagno!

download (1)

Mettetevi nell’ottica che nel bagno deve regnare la semplicità! Ebbene, semplicità va a braccetto con un altro termine, quale fruibilità e funzionalità! Detto questo, orientate la vostra scelta su mobili modulari, sfruttate le pareti presenti come soluzione d’appoggio e, infine, misurate bene lo spazio a vostra disposizione per trovare complementi d’arredo lineari e, nel contempo, ergonomici.

La soluzione d’arredo che risponde alle caratteristiche appena elencate è la colonna bagno!

Semplice per definizione ma non per questo lontana dall’essere considerata un vero e proprio oggetto design! I migliori designer italiani ed europei hanno sviluppato questo nuovo concetto di arredo bagno perché risponde perfettamente alle esigenze poste in partenza!

Ma scopriamo insieme le caratteristiche peculiari della colonna bagno!

La colonna bagno è un mobile che si sviluppa in verticale, presenta delle ante o dei cassetti, è possibile combinare entrambe le soluzioni se desiderate personalizzare questo componente d’arredo perché risponda in tutto e per tutto alle esigenze da voi avanzate in fatto d’arredo bagno.

Le misure del suddetto mobile, dunque larghezza, spessore e/o profondità e altezza sono altrettanto personalizzabili. Se volete risparmiare, navigando su internet ci sono delle colonne già predisposte dalla fabbrica ma, se non dovreste trovarvi nelle misure fornite dall’artigiano e dall’azienda, potrete sempre richiedere una personalizzazione della colonna bagno.

Nella personalizzazione, oltre alla scelta del numero di cassetti e/o di ante, potrete anche applicare uno specchio funzionale, delle mensole o, un’anta unica. Queste scelte dipendono dall’utilizzo che pensate di farne.

download (2)

Riguardo i materiali e i colori, le soluzioni sono molteplici e la scelta è altrettanto ardua! Quando avrete ben chiaro lo stile che volete imprimere al vostro ambiente-bagno, basta andare su internet e scoprirete quante soluzioni in materia di materiali, finiture, stili e colori troverete!

Per ultimo, ma non meno importante, è la decisione di appoggiare la vostra colonna a terra, quindi al pavimento, sospenderla per metà con dei piedini, oppure totalmente e quindi agganciarla alla parete. Anche questa soluzione dipende dallo stile, dal design del vostro ambiente e dalla vostra comodità.

Riguardo la posizione, le soluzioni sono infinite! Questi armadietti a colonna, pratici, versatili e dello spessore che più vi conviene, possono essere sistemati tra i sanitari, occupare un angolo a sé e, quindi, sfruttare una parte angolata della parte che spesso non viene considerata, infine, vicino alla doccia o alla vasca da bagno per riporre asciugamani e quant’altro.

Insomma, la colonna bagno rappresenta una soluzione innovativa, originale e personalizzabile affinché il bagno risulti arredato con gusto e fruibile al 100%!

Sostituite il vostro classico scopino con l’idroscopino!

Ultime novità in materia di accessori bagno! Sapevate che è possibile sostituire il vostro vecchio scopino con un sistema igienicamente garantito e sicuramente più pratico? Seguite questo approfondimento sull’idroscopino!

L’idroscopino è la moderna alternativa al tradizionale e poco igienico scopino wc. Un sottile getto d’acqua ad effetto laser compie in maniera efficace e sicura la quotidiana azione di pulizia.

L‘idroscopino si inserisce discretamente nell’ambiente bagno conferendo alla stanza un tono di elegante tecnologia. Un nuovo gesto per la perfetta igiene del wc. Si tratta di un accessorio così semplice che anche un bambino può compierlo con facilità.

Questo componente è presente già in commercio ed è realizzato con i migliori materiali e con la più accurata attenzione progettuale e costruttiva per assicurarne un migliore utilizzo.

Lo trovate in commercio in diversi materiali: ottone per la lancia, mentre i componenti interni sono in gomma e in acciaio inox è il tubo flessibile. Questi  materiali ne garantisco sia le migliori prestazione, sia la sicurezza e la durata nel tempo di un elemento che si fa sempre più spazio negli ambiente-bagno più moderni, diventando un accessorio funzionale, attuale e igienico.

L’ installazione dell’idroscopino è facilissima sia in bagni nuovi sia in bagni già strutturati, grazie agli speciali accessori di montaggio forniti assieme all’oggetto in questione.

Dopo questa breve illustrazione sui materiali e componenti dell’idroscopino, vediamo dove si può installare e che metodi utilizzare.

Come installare l’idroscopino in un bagno nuovo

Vi accingete a ristrutturare il vostro bagno e avete ben pensato di inserire, tra i sanitari, un idroscopino funzionale che agevolerà al pulizia dei vostri componenti-bagno?

In commercio trovate dei modelli pronti per essere installati su bagni nuovi nei quali sia stato predisposto un punto acqua da mezzo pollice femmina, da collocare accanto al vaso wc a circa 50/60 cm di altezza dal pavimento. I componenti sono predisposti perché la presa ad acqua, dotata di innesto rapido e valvola di sicurezza, si avviti perfettamente al punto acqua. Inoltre, il tubo flessibile, ha un innesto manuale, quindi senza bisogno di nessun attrezzo. La presa ad acqua funge anche da supporto a muro per riporre l’idroscopino quando non utilizzato.

L’idroscopino da inserire nei bagni già esistenti

Volete che l’idroscopino faccia parte degli accessori del vostro bagno ma non avete intenzione di compiere grandi lavori di ristrutturazione? Nessun problema! Esistono modelli di idroscopino da inserire in bagni già predisposti.

Tutti i modelli di idroscopino per bagni esistenti sono predisposti per essere installati su bagni preesistenti in pochi minuti e senza bisogno di particolari attrezzature. E’ sufficiente una pinza a becco di pappagallo. Lo speciale raccordo a T con valvola di sicurezza di applica ad un punto d’acqua già esistente, di solito quello del bidet che spesso si trova a fianco del vaso del wc; anche il punto acqua del lavello può essere utilizzato come la presa della cassetta esterna del wc. Per l’allacciamento al punto acqua del sanitario più vicino al vaso wc, l’idroscopino è dotato di un raccordo a T che si apre manualmente, con valvola di sicurezza e tubo flessibile (non utilizzare chiavi o pinze).

In caso di assenza da casa per lunghi periodi, si può togliere la pressione dell’acqua dall’ Idroscopino semplicemente svitando di due giri la manopola del raccordo. Il tubo flessibile dell’ Idroscopino si collega rapidamente al raccordo. Basta avvitarlo manualmente. Non Occorre altro. L’apparecchio è funzionante.

Il risultato estetico è gradevole, adatto a tutti i bagni, anche ai più eleganti e sofisticati. Con questo tipo di installazione, l’ultima parte del tubo flessibile, scompare dietro il bidet.

Modelli di Idroscopino

Come per gli altri accessori e componenti per il vostro bagno, anche l’idroscopino è prodotto in diversi modelli in modo da garantire un assimilabilità perfetta con l’intero arredo- bagno.

Anche l’Idroscopino va interpretato per cercare delle soluzioni funzionali d’arredo!  In armonia con gli altri elementi del bagno, dal ricercato design ed alta tecnologia, l’Idroscopino ad incasso realizzato in acciaio inox lucido o satinato, potrebbe essere una soluzione ottimale da inserire nell’arredo, completo, se si desidera, di asta porta carta igienica.

Considerazioni sull’idroscopino

L’inserimento dell’idroscopino è sicuro anche se a casa ci sono bambini, montatelo ad un’altezza anti-bambino per evitarne un  utilizzo improprio. Inoltre, si può chiudere la valvola di sicurezza dell’idroscopino dopo ogni utilizzo ed evitare fuoriscite d’acqua incontrollate. Per quanto riguarda la possibilità di procurare danni, questa è molto remota perché l’idroscopino produce un getto abbastanza forte per effettuare una pulizia efficace, ma la portata d’acqua è molto bassa. Tenendo premuta la leva per un intero minuto (il dito di un bambino si stanca prima) si eroga non più di mezzo litro di acqua. Se il timore è quello che il getto possa essere indirizzato sugli occhi e se si hanno dei bambini particolarmente vivaci si può comunque bloccare il flusso quando l’apparecchio non è in uso, basta ruotare manualmente la manopola della valvola di sicurezza e l’acqua non può più uscire.

L’idroscopino si chiude semplicemente come se fosse un rubinetto. Comunque, la chiusura dell’acqua dopo ogni utilizzo può essere in certi casi una misura di precauzione durante l’età maggiormente sfrenata dei pargoletti.

Se state ristrutturando casa, potete predisporre comodamente per installare l’idroscopino. In fase di ristrutturazione o costruzione di un nuovo bagno, si dovrà predisporre un punto acqua (fredda) da ½” pollice femmina vicino al wc a circa 50/70 cm dal livello del pavimento.

La presa acqua che alloggia anche la lancia dell’idroscopino quando questo non è in uso, dispone di una valvola di sicurezza che può essere attivata in qualsiasi momento (si ruota una manopola). La valvola blocca il flusso dell’acqua. Continuando a girare la manopola, si libera il tubo flessibile dalla presa acqua stessa. In questo modo l’idroscopino può essere rimosso per essere pulito, oppure per togliere il calcare, oppure per cambiare il tubo flessibile. La valvola di sicurezza può anche essere usata se si lascia l’appartamento per un lungo periodo.

Se decidete di isnerire un idroscopino al posto del tradizionale scopino ne ricaverete sicuramente dei vantaggi.  Infatti, l’idroscopino, è inoltre utile per aiutare il risciacquo dei liquidi disinfettanti, detergenti e anticalcare che sono utilizzati nelle pulizie “a fondo” dei vasi wc.

Non pretendiamo però l’impossibile, ovviamente vasi con vecchie incrostazioni che neanche lo scopino tradizionale usato con “olio di gomito” riesce a togliere, non saranno eliminate neanche dal getto dell’idroscopino più potente! Ciò che rende pero l’idroscopino così efficace è la doppia azione di rimozione meccanica dello sporco, fornita dalla forza del microgetto, unita alle naturali proprietà solventi dell’acqua. Il tutto con un semplice gesto. Nessun contatto con il vaso, nessun maleodorante scopino, graziosamente nascosto nel proprio accogliente portascopino (accogliente soprattutto per i germi che vi proliferano abbondantemente).

Come ultima considerazione possiamo affermare che non esiste uno stile di bagno in cui l’idriscopino non si adatta. Esso presenta uno stile semplice adatto a tutti i bagni perché è realizzato in ottone massiccio con finitura cromata. Il tubo flessibile è intrecciato con filo di acciaio inox.

L’insieme fornisce un aspetto estetico moderno con un look leggermente tecnico e “minimal”. Si accosta bene a tutte le rubinetterie moderne pur rimanendo un oggetto a se stante.

Durante l’uso, non c’è pericolo di schizzi fuori dal vaso wc se usato in modo corretto perché il getto dell’idroscopino è calibrato in modo da essere compatto fino ad una distanza di circa 40 cm, indirizzando il getto verso la curvatura delle pareti interne del vaso wc, il getto si rompe in modo “educato” senza provocare nebulizzazione o schizzi. Quindi, l’impiego corretto dell’idroscopino è abbastanza intuitivo, si tratta di dirigere il getto assecondando la naturale curvatura delle pareti interne del vaso wc.

L’introduzione dell’idroscopino, rappresenta un po’ la rivoluzione in fatto di arredo bagno e accessori nel campo del complemento per il bagno, dopo secoli di scopini e scopettini di tutti i tipi, ormai ci si era rassegnati a soccombere alla necessità di avere bello o brutto, firmato o anonimo, serio o spiritoso che fosse l’orrido scopino nel bagno.

Ma nel frattempo, il bagno è cambiato, si è evoluto da semplice “gabinetto” a stanza le cui funzioni si sono estese rispetto ad un tempo. Ora la “sala da bagno” si utilizza per il proprio benessere, per il fitness, per la cura del corpo, l’ambiente è divenuto più raffinato, accogliente e colto.

Non di rado è la stanza usata per le conversazioni tra signore che si truccano per la sera oppure dalle neo mamme che si prendono cura dell’igiene e del benessere del proprio bimbo.

Ecco che diventa chiaro come in questo ambiente rinnovato nella propria essenza, non ci sia più posto per un oggetto che è l’antitesi dell’igiene. Questo tipo di sensibilità o di maniera di vedere il bagno non è ancora universale, ma i sostenitori dell’idroscopino sono in aumento!