Archivi tag: vasca da bagno

Bagno: idee di progettazione per rinnovare l’ambiente

Per buona parte del XX secolo non si faceva il bagno più di una volta alla settimana e solitamente si usavano tinozza di stagno e acqua scaldata in cucina. Con il tempo la pulizia del corpo diventa un’occasione per trascorrere il tempo assieme ad altre persone. La velocità e lo stress della vita di oggi porta a ricercare un angolo di relax che nella casa è sempre più frequentemente identificato con il bagno..

Oggi il bagno in vasca o in doccia è diventato un modo per rilassarsi, solitudine e acqua sono due elementi per pensare con chiarezza. Il bagno non è più un semplice e solo spazio per l’igiene. Il bagno propone esperienze sensoriali di alto livello.

Progettare un bagno vuol dire dedicarsi ala realizzazione di un ambiente mirato al benessere del corpo e della mente. I designer oggigiorno progettano bagni dal design sensoriale. Il bagno è generato esclusivamente sulle emozioni derivanti dall’ acqua. Si tratta di un ambiente in cui si propone lo stato fisico dell’immersione misurata sulla totale fluidità di un contatto libero e spontaneo del corpo con le forme solide di un materiale naturale disegnato dal progetto.

images (5)

Un sistema, insomma, mirato all’interpretazione ri-naturalizzata dell’ambiente bagno. In realtà non viene proposto un progetto fruibile ma una interpretazione del bagno come uno spazio aperto alle sensazioni. Se il bagno è ben progettato… …l’evasione più pura inizia in casa. Udito, tatto odorato e vista, cinque sensi sono totalmente coinvolti in questa fuga dalla realtà!

Mentre la progettazione della cucina spesso si basa sul concetto di “triangolo operativo”, la pianta del bagno non si può ricondurre ad un’unica formula. Indipendentemente dallo spazio e dal budget disponibile, il bagno esige una progettazione accurata.

Occorre sempre porre particolare attenzione alle dimensioni tipiche dei sanitari, oltre allo spazio minimo per accesso ed uso. Una progettazione accurata consente di sfruttare al massimo tutto lo spazio disponibile. Aspetto importantissimo se le dimensioni sono minime!

Scegliere la collocazione per water, vasca, doccia e lavabo significa assicurarsi che ci sia abbastanza spazio intorno ad ognuno di essi, per garantire comodità e semplicità d’uso. Riguardo il posizionamento dei sanitari, esiste una regola basilare che occorre tener presente. Essa consiste nel prevedere una qualche separazione o distanziamento tra il water e il resto del bagno – o almeno evitare di collocarlo in linea con la testa della vasca.

download (1)

Il water dovrebbe essere nascosto, ovvero posizionato in modo da non essere la prima cosa che si vede entrando in bagno. I lavabi, invece, devono essere posizionati preferibilmente in punti che consentano una buona illuminazione naturale, per facilitare il trucco e la rasatura.

Spesso i soffitti bassi o inclinati creano un senso di oppressione, si può ovviare a questo problema con una illuminazione direzionata verso il soffitto, che riflettendo verso il basso, farà sembrare l’ambiente più spazioso. Il soffitto non deve per forza avere la stessa altezza in ogni parete del bagno.

 La vasca, invece, può essere collocata sotto un soffitto in pendenza, purché su un lato ci sia spazio a sufficienza per entrare e uscire e, la doccia, ovviamente deve essere almeno ad altezza d’uomo. Anche il water può trovarsi sotto un soffitto inclinato, ma davanti deve avere spazio sufficiente per stare in piedi.

L’ampio uso del vetro in bagno ne sottolinea i volumi dell’ambiente e lascia filtrare la luce naturale tra una zona e l’altra. Il bagno è racchiuso tra due tipi di vetro: smerigliato da terra fino ad altezza d’uomo, e trasparente sopra. Sul tetto, se avete un bagno vicino al soffitto, si apre un lucernario, compreso tra i travicelli in legno. Il pavimento potrebbe essere rivestito in tek, legno estremamente resistente all’acqua.

Se disponete di un piccolo bagno, esso può essere di dimensioni ridotte e funzionale se non, addirittura bello, purché la stanza sia studiata bene. Una progettazione intelligente, associata a sanitari e accessori compatti, ottimizzerà l’impiego dello spazio disponibile. Molto importanti sono le strategie decorative che accentuano il senso di spaziosità, invece di ridurlo. Per quanto il bagno sia piccolo, non c’è motivo di renderlo anche angusto.

La valutazione delle esigenze, e anche dei gusti, è una fase chiave delle progettazione! Quando lo spazio è ridotto al minimo dobbiamo accettare l’idea di non poter avere tutto. Dobbiamo chiederci quali sono i sanitari e gli accessori veramente indispensabili.

Un’altra idea innovativa che riguarda la progettazione sono le Cabine Bagno. Si tratta di strutture indipendenti che contengono sanitari e accessori all’interno di un ambiente più grande o di uno spazio aperto. Nella sua forma più semplice, una cabina bagno può essere un box doccia prefabbricato. I moduli più completi sono però quelli realizzati su misura che contengono lavabi, docce,vasche e water.

 La cabina bagno nasce in risposta alle esigenze di ristrutturazione delle ampie superfici dei loft. Sebbene siano progettate per fornire uno spazio intimo dove espletare i propri bisogni, la loro visibilità, in particolar modo in uno spazio aperto, non lascia nessun dubbio sulla loro finalità.

La Cabina Bagno si potrebbe trova al centro del loft, fra la zona giorno e la zona notte, ovvero posizionata nel cuore dello spazio all’interno di una struttura cubica, una sorta di casa dentro la casa. Come vuole l’estetica industriale, i sanitari inseriti dovranno essere semplici e funzionali.

La grande varietà di forme e materiali offre una maggior libertà espressiva! Il bagno è un ambiente non solo da utilizzare ma soprattutto da vivere è proprio uno spazio che sollecita i sensi e crea una atmosfera tranquilla e contemplativa. I materiali più versatili per l’ambiente sono il marmo, il mosaico, il legno, la pietra e il compensato.

images (3)

Per definizione si parla di bagno come spazio dedicato alla pulizia del corpo … ma abbiamo appreso che il benessere è ormai un elemento da cui non si po’ prescindere! In questo spazio sono distribuiti sanitari con diversa utilità… e il design d’avanguardia conferisce all’ambiente-bagno un punteggio aggiuntivo!

Oggigiorno, il bagno come è inteso come atmosfera  e stile personale, le  nuove gamme di prodotti sul mercato per la cura personale, uniti all’accurata progettazione dello spazio, all’estro dei designer; portano allo sviluppo di una atmosfera nella stanza da bagno che diviene una installazione funzionale di elementi scultorei.

 “L’architettura è sensuale perciò, più essa è presente negli oggetti, meglio è!”

Lo stile vittoriano per arredare il vostro bagno

Se amate tuffarvi in un’atmosfera ricercata e alquanto originale, pensate allo stile vittoriano e scopritene di seguito le caratteristiche salienti per arredare con gusto il vostro bagno!

Il bagno in stile vittoriano è emerso nel 1837 nel Regno Unito durante l’epoca vittoriana. Da allora, molti designer hanno creato servizi basati sullo stile e sul design vittoriano. L’attuazione del progetto originale vittoriano in camere moderne potrebbe subire alcune modifiche che soddisfino le attuali esigenze dei proprietari di casa.

images

I Bagni in stile vittoriano sono stati ristrutturati o ricostruiti per incorporare l’epoca in cui i proprietari ricchi proiettati su residenze di classe, utilizzando legno costoso e dettagli in ferro. I Bagni vittoriani consentono alla persona di lavarsi le mani e il volto, fare il bagno e usare i servizi igienici, come alla fine del 1800. Per coloro che già vivono in un design per la casa vittoriana, il ristrutturare il bagno in completo accordo con lo stile originale può richiedere mesi. Sarà necessario sostituire le strutture in legno, regolare la vasca e lavabo, oltre al pavimento, arredi e specchi che devono essere simile alla stagione.

La vasca vittoriana: design romantico e stile ricercato 

Dunque, se siete in cerca di uno stile affascinante ed elegante per decorare la vostra stanza da bagno potreste investire in vasca vittoriana, per esempio. Questo modello trasforma l’aspetto dell’ambiente, rendendolo più piacevole e accogliente per fare un momento di piacevole relax. Con il design classico che ha avuto successo in grandi palazzi, la vasca da bagno vittoriana è una risorsa di lusso per il vostro arredamento.

Considerata perfetto per la composizione di una vasca provenzale classica, la vasca vittoriana ha tutti gli attributi per essere presente e completare l‘estetica del bagno. Essa eredita le caratteristiche della decorazione del XIX secolo, dimostrando ciò che è più raffinato e lussuoso nei bagni Vittoriani. In base alla progettazione sovrano è di facile adattamento nello spazio, la vasca da bagno vittoriana appare come uno dei più ammirati oggetti presenti.

Prima di acquistare il prodotto, è importante identificare le caratteristiche principali di questo modello. Caratterizzata da linee arrotondate, l’articolo fornisce una comoda sistemazione per un bagno delizioso. Un altro aspetto caratteristico è la struttura in ghisa è in grado di mantenere la temperatura dell’acqua più a lungo.

Il design è caratterizzato dallo stile classico vittoriano, con finiture verniciate, garantendo brillantezza e raffinatezza. Le repliche fedeli sono anche classificate dai piedini curvi, che sono la base per sostenere il singolo pezzo e durante il bagno. In genere, i piedi presentano dettagli di finitura e lasciano il modello più imponente.

Il gioco, che a lungo ha composto i bagni della regalità, ora può essere incorporato nella decorazione delle case plebea. Con il fascino e l’atteggiamento del modello vittoriano ha ispirato lo sviluppo di altri bagni, che hanno conservato il disegno, ma innovato i materiali, i colori e le tecnologie.

Nel mercato, i consumatori possono trovare vasche di ghisa che hanno subito il restauro e la conservazione di base. Al contrario, ci si può anche imbattere in pezzi che incorporano caratteristiche tecnologiche avanzate per rendere il momento del bagno più confortevole e rilassante.

Oltre ferro, altri materiali vengono usati per fabbricare questo modello di vasca, è il quarrycast, un materiale di  tipo vulcanico, composto, che ha resistenza e garantisce la durata nei decenni. Esistono anche le versioni sul mercato in fibre sintetiche, che non sono così robuste, ma consentono vari adattamenti.

images (1)

In progetti di decorazione, i bagni vittoriani sono anche in grado di stabilire un dialogo perfetto con gli oggetti contemporanei, offrendo un vero e proprio mix di stili. I bagni vittoriani non devono presentare solo i colori neutri, possono anche essere personalizzati con toni forti o addirittura decorati con carta da parati, guadagnandosi l’effetto impresso.

Come imprimere il carattere vittoriano

La maggior parte dei bagni vittoriani hanno le pareti dipinte con colori ispirati all’epoca vittoriana, come il bordeaux, il viola e il blu profondo. Altri usano le repliche degli sfondi utilizzati all’epoca, come le grandi stampe floreali evidenziate con striature di tonalità oro o argento. Elementi di latta (tubature e rubinetti), anche popolare all’epoca, possono essere utilizzati in bagno e abbinati alla maggior parte dei colori della decorazione. Le vasche erano essenziali al tempo e oggi, è possibile riformare un vecchio o, se preferite, comprare uno nuovo con tutti i comfort moderni, tra cui un tubo di spruzzatura. I lavandini possono essere rivestiti con armadi in mogano, guardando i più ricchi esempi dell’epoca. La finitura del pavimento  in legno o marmo completa l’ambiente.

Identificare un bagno in stile vittoriano richiede il rispetto delle caratteristiche di arredo che erano importanti come vasi con rose inglesi, libri romantici e candelabri con candele accese. I vittoriani, amavano generalmente raccogliere stampe di animali dell’epoca, come cavalli e cani. Fotografie di donne importanti del periodo, tra cui la Regina Vittoria o la donna della casa stessa, di solito queste stampe decoravano il bagno con l’aggiunta di un tocco di femminilità. Bottiglie di profumo, spugne e spazzole per capelli con manici in argento per accentuare la vanità.

images (2)

Inoltre, le case vittoriane sono state costruite con soffitti alti, di solito più di quattro metri di altezza, che hanno permesso la costruzione di alte finestre e decorazioni con velluto e seta per le tende. I bagni devono anche essere abbastanza grandi da contenere una grande vasca. Un ripiano per trucchi e un piccolo spogliatoio sono anche annidati negli angoli della maggior parte dei bagni vittoriani. Dei piccoli lavandini possono essere introdotti perché la maggior parte delle donne vittoriane li utilizzavano al momento del trucco, specchiandosi e vestirsi dopo la doccia.

Considerazioni sul vostro borsino

Occorre sempre considerare il costo totale per ristrutturare un bagno in stile vittoriano. Questo tipo di toilette può costare sensibilmente di più di un bagno in stile tradizionale, perché la vasca, i pavimenti, gli impianti idraulici e tutte le altre funzioni devono essere rinnovate per soddisfare le moderne tecnologie. La ricerca di articoli funzionali per bagni in stile vittoriano possono richiedere tempo, e molti di questi articoli sono disponibili solo su ordinazione.

L’epoca vittoriana è avvenuto negli anni tra il 1837 e lo stile “Vittoriano” è un elegante design che crea un’atmosfera tradizionale e fornisce un tocco di eleganza al vostro bagno. Lo stile vittoriano originalmente è stato inteso per bagni di grandi dimensioni, ma ci sono parecchie idee che è possibile incorporare in piccoli bagni per ottenere un effetto simile a quello vittoriano. Quando si passa attraverso le idee per un piccolo bagno vittoriano, è importante considerare i costi complessivi che andranno nel completamento del progetto. Inoltre, assicuratevi di investire abbastanza tempo per identificare le appropriate caratteristiche adatte ai vostri interessi e al vostro bilancio.

Come accrescere il comfort del proprio bagno: suggerimenti preventivi

Data la lunga vita media di un bagno, molte persone, anche giovani, si pongono il problema di come possa il bagno far fronte alle future fasi della vita e rispondere alle esigenze crescenti. Il comfort non è una questione di età, ma procura a tutti una migliore qualità della vita.

Di seguito troverete preziosi consigli per aumentare la comodità del vostro ambiente-bagno. Il piatto doccia, i sanitari, la zona del lavabo, tutto può essere predisposto preventivamente per rispondere a future esigenze abitative senza per forza spendere somme ingenti o impegnarsi in ristrutturazioni invadenti. Scoprite come attuare modifiche e come organizzare il vostro ambiente-bagno affinché sia sempre comodo e usufruibile.

Consigli per ampliare il raggio di movimento

I piatti doccia filo pavimento offrono la massima libertà di movimento e sono accessibili anche in sedia a rotelle. Il comfort è ancora maggiore se abbinati ad un modello di box doccia open-space, che si richiude completamente appoggiandosi alla parete. Per una doccia dalle dimensioni grandiose, i piatti doccia sono disponibili con misure fino a 180 x 90 cm.

Le consolle con bacinelle soprapiano offrono spazio libero per le gambe e permettono di utilizzare il lavabo anche stando comodamente seduti. Lavabi particolarmente piatti possono fare al caso vostro, il mercato offre modelli alti solo 16,5 cm, sono accessibili anche in sedia a rotelle. Sedersi 5 cm più in alto permette di alzarsi più agevolmente: è il comfort che offre lo speciale il modello del vaso sospeso. Ideale per le ristrutturazioni perché utilizza gli allacciamenti esistenti.

images

Inoltre, alcune aziende specializzate in arredo bagno particolareggiato mettono a disposizione vasi a pavimento con una seduta più alta di 10 cm e un vaso sospeso senza barriere.

Idee intelligenti per il bagno per una maggiore sicurezza

È davvero molto importante muoversi con cautela e nella piena sicurezza oggigiorno. Una speciale luce notturna a LED permettere di orientarsi nell’oscurità e offre maggiore sicurezza, senza interrompere il riposo del corpo. Alcuni armadietti a specchio e il sedile con funzione bidet integrata sono dotati di questa pratica funzione aggiuntiva. Per evitare il rischio di scivolare sul fondo bagnato, occorre sempre adottare delle misure specifiche e i piatti doccia oggi sono disponibili con rivestimento antiscivolo con gli optional che più fanno al caso vostro, le vasche sono dotate di supporti che facilitano l’ingresso attraverso sportelli o l’ausilio di gradini.


Vasche da bagno, un piacere sempre su misura

Tutte le vasche presenti oggi sul vasto e generoso mercato dell’arredo bagno sono contraddistinte da dimensioni generose. Si tratta di corpi vasca comodi ed ergonomici e confortevoli schienali inclinati anche di 30°. Trovate diversi modelli di vasche con poggiatesta imbottiti e diversificati optional che migliorano il comfort della posizione distesa. Su richiesta del cliente più esigente, inoltre, le aziende realizzano le vasche che offrono un bordo ergonomico e particolarmente largo su cui sedersi.

In poche semplici mosse la vostra vasca da bagno si trasforma in un lettino imbottito che, ripiegato invece a metà, diventa una panca su cui sedersi per esempio per un pediluvio. Davvero una soluzione originale e molto pratica!

images (1)

Pensate che, una volta chiusa, la copertura imbottita funge addirittura da comodo lettino!

Anche negli altri modelli di vasca presenti sul mercato, le coperture imbottite universali si trasformano in pratiche superfici su cui distendersi o sedersi, quindi non preoccupatevi, oggigiorno qualsiasi modello di vasca può sempre trasformarsi a vostro piacimento. Il design trapezoidale della serie di vasche originali di alcune aziende specializzate proprio in vasche da bagno ultra relax, offre più spazio per fare il bagno e rilassarsi, sia nella versione da una persona sia in quella da due, seduti uno accanto all’altro. Pensate sempre che il gradino optional facilita l’entrata e l’uscita dalla vasca.

Promuovere salute e benessere nel vostro ambiente-bagno

Se volete creare un ambiente-bagno benessere con sauna e/o bagno turco, allora seguite attentamente quest’ultimo suggerimento in fatto d’arredo. Al fine di creare un’atmosfera accogliente, ariosa e spaziosa, pensate ad inserire un’originale parete che funge anche da vetrata della sauna e permette di creare un’atmosfera luminosa e accogliente. In questa sorta di open-space avrete pure una doccia vera e propria da usare quotidianamente e al tempo stesso un potente bagno turco con temperature dai 42 ai 50 gradi e il 100% di umidità: la cabina doccia con funzione bagno turco, con sgabello di serie, coccola in un piccolo spazio vie respiratorie e pelle e allo stesso tempo fa rilassare e distendere il vostro corpo e la vostra mente.

La zone sauna può essere così adattata, costituisce un’oasi in cui riprendersi dalla quotidianità e offre spazio per sedersi o stendersi, da soli o in due. Fare la sauna con regolarità rafforza il sistema immunitario, depura, migliora la resistenza allo stress, stimola cuore e circolazione sanguigna e previene i dolori muscolari.

Le vasche da bagno o le mini-piscine con funzione idromassaggio stimolano con i loro getti i tessuti sottocutanei ed effettuano massaggi mirati a determinate parti della schiena o attivano la riflessologia plantare. Le vasche più accessoriate sono dotate di uno speciale sistema idromassaggio, in cui una miscela perlata di acqua e aria rilassa tutto il corpo.

images (2)

Cosa aspettate, opportunità di relax, di benessere e comfort vi aspettano nel vostro nuovo ambiente-bagno!

La vasca da bagno-poltrona: un’idea comfort originale

Non è facile innovare in un settore come quello delle vasche da bagno. La vasca resta una vasca, da quella più minimalista a quella più barocca!

Per proporre un’offerta diversificata e originale, le aziende produttrici di vasche da bagno presentano una nuova proposta per il bagno in termini di materiale di realizzo: la vasca è, infatti, realizzata in Polimineral, un composto di resine e fibre minerali con un effetto finale simile alla ceramica.

La flessibilità di utilizzo di questo materiale, la sua elevata resistenza meccanica (molto superiore agli standard del materiale acrilico con cui viene realizzata la maggior parte delle vasche sul mercato) unite alla varietà di colori e finiture compreso il “bi-colore” sulla stessa vasca, trasformano l'”oggetto vasca” in un elemento d’arredo particolarmente duttile nelle mani del progettista.

download (1)

Fra le finiture della vostra vasca-poltrona, ad esempio,  consigliamo l’effetto marmo, o granito, oppure se preferite color bordeaux marmorizzato… ma non dimenticate che le aziende possono apporre delle varianti “on demand“!

Una vasca capace di caratterizzare l’ambiente-bagno, anche grazie alle generose dimensioni (190x80cm) nella sola versione ad isola, con un design semplice e lineare, pressoché rettangolare. A richiesta del cliente, inoltre, la vasca può essere dotata dei sistemi di idromassaggio.

In abbinamento alla vasca, diverse aziende propongono di abbinare la chaise longue per prolungare il relax derivato da un buon bagno rilassante!

Quando il lusso trasloca nel vostro bagno: la vasca-poltrona

La presenza di una poltrona in un luogo nascosto ed intimo della casa diventa subito un’ area relax che amplia la zona notte da condividere con i familiari e i vostri ospiti! Se la vostra idea è quella di aggiungere una poltrona all’interno della vostra vasca da bagno ed arredare con un complemento design innovativo e originale oggi è possibile!

Dall’edonista al vanitoso passando per un bagno che rispecchia una personalità intimista: è l’ abitante del nuovo bagno, che cambia grazie ai progetti d’ autore, tra materiali innovativi, classici intramontabili e qualche stravanganza.

Il centro della casa si sposta in bagno e il design si piega all’acqua! Diverse fiere d’arredo internazionali hanno, proprio quest’anno ribadito come il lusso tra i sanitari fa bella mostra di sé! Si tratta di creare dei veri e propri bagni salotto, con poltrone e caminetto, come quelli esposti da Antonio Lupi, per esempio, che pensa ad una vera e propria spa domestica.

Le aziende che hanno fatto della sartorialità il proprio marchio (con bagni su misura pronti in 30 giorni), presentano oggi la vasca chaise-longue, con schienale a forma di trono in Christalplant, talmente curata da posizionare dove si vuole, dal salotto alla camera da letto.

Al posto delle candele, perché non abbinare, allora un caminetto a doppia esposizione al bioetanolo, al fine di accendere senza bisogno di canna fumaria.

Un regno del lusso, quello del bagno, dove l’ idromassaggio ha perso il suo scettro e anche il mosaico non ha più un posto d’ onore: a vincere piuttosto sono nuove geometrie, dove anche le fughe si colorano e diventano decoro. Il cristallo è meno protagonista e lascia spazio alla pietra, all’ acciaio e alla morbidezza tattile della pietra apricena.

images (1)

Puntando sulla tradizione artigianale e sul tema del classico, le aziende più originali propongono una stanza da bagno dal gusto vittoriano. La consolle barocca unisce al gusto decò la linearità delle forme della vasca, in un ambiente in cui anche le lampade pescano nelle suggestioni del passato!

Altre aziende riproducono un modello americano degli anni Trenta di vetro pyrex satinato e ottone cromato. Le vasche, in tute le salse, sono così belle che possono alloggiare in qualsiasi punto della casa: ma piuttosto è il resto della casa a entrare in bagno, con poltrone di velluto e chaise-longue che prendono il posto dei vecchi sgabelli di plastica, e coordinati bagno in tessuti preziosi.

Tra linee scultoree, nostalgie vintage e proporzioni perfette si muovono al fine di ripensare il bagno come una serie di prodotti d’alta gamma per un’area relax che amplia la zona notte. Se avete spazio a disposizione, una grande vasca rotonda completamente incassata all’ interno di un prezioso basamento in onice bianco, potrebbe stupire anche i più scettici!

Insomma, una stanza da bagno non da nascondere, ma da mostrare e casomai condividere!

San Valentino: romantiche idee per un amore di bagno!

San Valentino è alle porte! Avete pensato di pianificare una sorpresa originale? Vorreste organizzare una serata unica e davvero esclusiva? Non pensate a prenotare in ristoranti costosi! Quest’ultima non sarebbe proprio una scelta originale! Piuttosto, pensate a ricreare nella vostra casa, un’atmosfera romantica e davvero coinvolgete! Dove organizzare tutto ciò? Nel vostro ambiente-bagno naturalmente!

Ebbe sì! L’ambiente-bagno accompagna le vostre esigenze più intime a 360 gradi! Oggigiorno la vostra sala da bagno va reinterpretata continuamente e, adattata alle vostre giornate e attività quotidiane. Seguendo questi preziosi e romantici suggerimenti organizzerete una serata di San Valentino davvero originale, indimenticabile e coinvolgete!

images (1)

Il colore dell’amore per eccellenza è il rosso che invoca la passione e il romanticismo. Sicuramente dovrete avvalervi di accessori, oggetti ed elementi le cui sfumature e sfaccettature cromatiche ricordano il rosso! Andrà bene adattare anche il rosa, il lilla e l’arancio …

Le nuance scelte andranno abbinate ai profumi, scegliete degli incensi, dei diffusori di essenze gradevoli o delle semplici candele profumate perché anche le fragranze si uniscano ai colori per creare un’atmosfera passionale e profondamente accogliete.

Pensate a creare un’atmosfera misteriosamente calorosa applicando morbide tende nella zona della vasca in modo da ritagliare uno spazio dedicato proprio alla vostra serata di San Valentino! Preparate la zona dedicata alla vasca (meglio ancora se idromassaggio) con profumati petali di rosa cosparsi qua e là, quindi appoggiate delle piccole saponette colorate a forma di cuore e accendete delle candele disposte sulle mensole.

Per completare l’atmosfera tenera e poetica, potrete aggiungere, a bordo vasca due preziosi calici di vino in cristallo, dei cioccolatini e una bella bottiglia di vino frizzante!

Vestite il pavimento con dei morbidi tappeti che accompagnino i vostri passi verso la zona vasca, prevedete dei profumati accappatoi a portata di mano e meditata di selezionare una playlist rilassante da diffondere al momento dell’idromassaggio!

images

Se preferite, potrete sempre completare il vostro personalizzato arredo-bagno creando un originale ed accogliente angolo con cuscini e, infine, considerate di appoggiare un elegante vaso di fiori freschi a stelo lungo.

Tutto è pronto per trascorrere nel vostro ambiente-bagno una serata di San Valentino all’insegna dell’amore e del benessere, piacevolmente gradevole e, sicuramente, originale e innovativa!

Per un ambiente bagno che profuma d’oriente: ecco lo stile nipponico!

Lo stile d’arredo del vostro ambiente-bagno non vi soddisfa più? Avete voglia di sperimentare nuove idee d’arredo-bagno originali e ingegnose? Pensate ad un tocco orientale per creare un’atmosfera diversa? Seguite i nostri consigli per arredare con fantasioso stile nipponico il vostro ambiente-bagno all’insegna del relax!

In casa si trascorre gran parte del tempo, ed è normale che spesso si senta l’esigenza di rinnovare lo stile d’arredo di qualche ambiente.

Se la vostra intenzione è quella di trasformare il vostro ambiente-bagno in una stanza particolarmente rilassante, lo stile giapponese è proprio la scelta-design che fa al caso vostro! Per arredare seguendo le caratteristiche dello stile nipponico, ogni elemento deve contribuire a raggiungere questo scopo: dallo spazio alla disposizione interna dei mobili, passando per l’uso dei colori e dei materiali.

images (1)

Questi suggerimenti, nello specifico, vogliono fornirvi degli utili consigli su come arredare il bagno, una stanza particolarmente adatta alle volontà distensive dello stile nipponico. Lo stile giapponese mescola tradizioni e filosofie orientali. Lo scopo principale è riuscire a ricreare un atmosfera Zen, calmante e rasserenante. L’arredamento minimal è molto diffuso in Occidente, ma è in realtà una caratteristica orientale.

Il processo di sottrazione degli elementi che non siano funzionali è la base su cui partire. Per il bagno valgono le regole che delineano le altre stanze, le differenze sono imposte dalla peculiarità del luogo. Per quanto riguarda il materiale, impiegate quindi il legno e il bambù ma anche il metallo (che crea un piacevole contrasto) ma disponete pochissimi mobili. Fissate soprattutto appendi asciugamani, poco ingombranti ed essenziali.

Sistemate un lavandino in ceramica bianca o graniglia smaltata in finto legno, meglio se al centro dell’unico ripiano da sistemare nella stanza, dello stesso materiale e colore. Disponete il box doccia il più possibile nascosto (in un angolo e riprendendo i colori della parete), questo elemento è in realtà una forzatura occidentale. I giapponesi non lo usano, si siedono su uno sgabellino e si insapono e si sciacquano con l’acqua di un catino, sistemato ai loro piedi.

Solo successivamente, e già lavati, si immergono in una vasca da bagno, più che altro per rilassarsi (e non usano più il sapone). È la vasca da bagno, l’elemento principe, quindi, la parte essenziale di un bagno in stile nipponico. Ma anche i colori contribuiscono in maniera determinante alla creazione di un ambiente Zen: il bianco, il grigio, l’azzurro e il verde sono i più importanti perché richiamano l’acqua, l’elemento simbolo di questa stanza. Mentre è meglio evitare il rosso, l’arancione e il giallo, colori che invece evocano il fuoco, l’elemento opposto.

Lo stile Zen giapponese si intreccia spesso al Feng Shui cinese, essendo entrambi concentrati sulla ricerca di un equilibrio naturale, di un benessere fisico e mentale.  Per questo gli elementi diversi non devono mai venire a contatto (come nell’esempio precedente dell’acqua e del fuoco), è importante stabilire le giuste energie all’interno d’ogni stanza.

images (2)

Gli specchi devono essere pochi e mai uno di fronte all’altro: secondo la cultura orientale, possono infatti creare riflessi di energia pericolosi per il nostro equilibrio.  Sono inoltre pochissimi gli elementi decorativi da sistemare. Potete disporre alcuni vasi con dei fiori freschi o appendere quadri che rappresentino luoghi naturali, e che possano trasmettere energia vitale..

Spesso, un bagno rilassante è sufficiente per ricaricare le “batterie” per il giorno. Lo stile giapponese è una scelta adatta per bagni perché utilizza un sacco di elementi e materiali naturali.

Un bagno in stile giapponese è moderno e minimalista, il che significa che non si trovano pezzi molto diversi di mobili e accessori. Di conseguenza, si dispone di un ampio bagno,  per aiutarvi a rilassarvi.

Se il bagno è dotato di doccia o vasca da bagno indipendente, questo spazio è considerato intimo e, il più delle volte, saranno circondati / protetti da pannelli di legno e porte scorrevoli, il legno, in combinazione con le finestre vetro opaco per una tranquilla, romantica. La cromatica è importante anche in stile giapponese ed è caratterizzata da colori neutri e terrosi che si mescolano bene visivamente.

E’ importante che i complementi d’arredo scelti per il vostro ambiente bagno siano semplici e sobri, caratterizzati da ampie superfici e mobili bassi in altezza, meglio se in legno. Niente mattonelle o piastrelle, un ambiente-bagno in stile giapponese deve essere rivestito dal tatami, la pavimentazione tradizionale composta da paglia di riso intrecciata e rivestita il giunco.

Componenti del bagno: sanitari & co

I componenti del bagno come toilette, vasca da bagno, doccia, lavabo, ecc, sono accessori imprescindibili di cui si compone il vostro bagno. Il mercato attuale offre una grande varietà di modelli, ma prima di scegliere il componente che fa al caso vostro, è necessario conoscere alcuni standard da applicare.

Vediamo, nel dettaglio, le caratteristiche tecniche di ciascun componente affinché la vostra scelta ricada sul modello e l’accessorio giusto!

WC

Il serbatoio della toilette è alto circa 15cm.A seconda della scelta della sede, l’altezza della seduta è leggermente variabile. L’altezza delle vasche varia infatti dai 30cm ai 39cm. La larghezza del serbatoio normale è di circa 21cm, ma ci sono nuovi modelli compatti che possono presentarsi di circa 15cm di larghezza. Per quanto riguarda la profondità, i modelli bassi misurano circa 26 cm.

images (6)

Quindi occorre riservare allo spazio dedicato al WC, idealmente circa 36 cm; calcolando una distanza di almeno 30 cm di fronte ad esso. Si noti che è difficile e, talvolta impossibile, modificare la posizione della toilette durante una ristrutturazione.

La direzione dei travetti della casa e l’ubicazione dello scarico sono i vincoli principali. È prudente mantenere la posizione originale nella nuova configurazione del vostro bagno.

Vasca da Bagno e doccia

Troviamo il mercato delle Vasche sempre di dimensioni più varie e articolate. La più piccola va dai 30cm x 60 cm, mentre le più grandi, dai 42cm x 72cm. Fornire uno spazio di almeno 30 cm per inserire e posizionare le valvole ed essere facilmente in grado di guadagnare una collocazione ottimale all’interno dell’ambiente-bagno.

Inoltre,è possibile interscambiare  la vasca ad uno spazio da doccia, e, viceversa o unire le due soluzioni e ricavarne così, uno spazio articolato vasca / doccia.

Il vostro arredamento non è più limitato ad una scelta univoca ma si presta a più soluzioni per venire incontro alle esigenze di tutti i fruitori.

Alcuni fortunati hanno un ampio ambiente-bagno che può ospitare sia una doccia sia una vasca da bagno.

Per comodità, si noti che la doccia,le cui dimensioni interessanti non deve essere inferiore ai 42cm x 30cm. Chiaramente, se lo spazio è limitato, optate per la vasca o la doccia.

Mobile e lavabo

Vari modelli di Mobili Bagno Moderni sono disponibili nella misura desiderata. Le dimensioni dei mobili bagno moderni variano dai 40cm ai 220 cm. Le misure differiscono anche in base allo spazio a vostra disposizione per la collocazione di un mobile-lavabo.

Generalmente, un mobile da bagno va montato ad un altezza del bordo lavabo di cm 85/87 da terra. Qualora l’utilizzatore sia di alta statura, si può prevedere il montaggio a cm 90 da terra, sempre riferito al bordo superiore del lavabo, così come nei casi di utilizzatori a bassa statura si può montare il bagno a cm 80/82 da terra.

download

Lavabi semincasso sono disponibili qui in varie forme geometriche e dimensioni. Da rilevare che le aziende di produzione avevano tolto questa tipologia di prodotto dal mercato forse perché poco richiesta. Ultimamente invece hanno nuovamente investito su questi lavabi e soprattutto puntando sul miglioramento ergonomico e del design. Il termine Lavabi bagno semincasso sta nel fatto che sono installati parzialmente sui piani appoggio.

Lavabi bagno da appoggio in ceramica, rappresentano un’altra valida soluzione per realizzare il bagno in base alle dimensioni. Si installano su piani d’appoggio, per esempio su mensole in legno. Molteplici sono le misure le forme e i colori dei Lavandini per arredare il vostro bagno. Scegliete tra i prezzi sul mercato quello più conveniente a parità di forma spesso i lavabi sono simili.

I lavabi ad angolo o lavandini di forma angolare, sono disponibili sia per essere installati sospesi sul muro o appoggiati su piani o staffe, sono un’ottima soluzione per sfruttare al meglio, o spazio nel bagno o fuori nel terrazzo. Presenti in stile moderno e classico puoi scegliere su diverse misure e prezzi. Si tratta di una categoria di lavandini poco conosciuta e risolve non pochi problemi di spazio.

Se disponete di abbastanza spazio, e volete ottenere il miglior confort nel Bagno, sicuramente la soluzione migliore è acquistare i Lavabi Bagno Grandi a Doppio o singolo bacino di contenimento dell’acqua. Normalmente essi sono Lavabi di Grandi dimensioni con doppio bacino indipendente o ad unica vasca. Possono essere installati sia su piano d’appoggio che incassati o in alternativi, sospesi, cioè appesi su muro. Disponibili a un foro rubinetto o doppio foro. Essi si possono avere in varie Dimensioni e forme, normalmente rettangolari.

Lavabi bagno per bagni piccoli o stretti di dimensioni ridotte per sfruttare al meglio lo spazio e arredare il bagno con gusto.

Potete trovare lavabi piccolissimi da inserire in uffici, in bagni piccoli, in un sottoscala ecc. Molti clienti richiedono questi lavabi per asili nido che installandoli in serie hanno creato un angolo piuttosto piacevole. Altri cercano lavabi stretti la larghi per sopperire comunque alla ridotta profondità, ne abbiamo stretti fino a 30 cm, andare oltre meglio appenderci un quadro nel bagno!

Ma cosa si intende per piccolo? È tutto relativo alla grandezza reale del bagno: spesso si hanno bagni stretti ed è difficoltoso mettere tutto in armonia per ricavare lo spazio necessario a fruire i servizi in modo confortevole.

Lavabi bagno appoggiati su colonna in ceramica sono i primi lavabi ad essere stati introdotti nel mondo del bagno. Ancora oggi esistono e sono tuttora utilizzati. Con il nuovo design potete migliorare molto il vostro bagno utilizzando per esempio i lavabi bagno da appoggio e scegliendo tra le molteplici forme a disposizione grazie all’estro dei designer del bagno.

images (1)

Lavabi consolle dalle grandi dimensioni, classici e moderni. Sono disponibili con un bacino o due bacini separati, Sospesi o installazione appoggio. Solitamente questi lavabi sono da incassare su mobili bagno ma anche sospesi fissati su muro.

I Lavabi ad incasso sono Lavabi che vengono incassati su piani d’appoggio appositamente forati. I piani per incassare un lavabo sono di diversi materiali, dal legno a marmo, al corian e altro, su questo non avete limiti. Potete anche farvi realizzare un mobile e dunque incassare il lavabo.

Questa modalità è molto utilizzata perché il lavabo incassato sul mobile fa il suo bell’effetto. Sono disponibili in varie forme, dimensioni e prezzi. Inoltre sono prodotti molto ricercati, perché incassati sul piano hanno meno preponderanza ceramica, infatti si nota solo la parte ceramiche sul piano e questo permette di risaltare anche il piano d’appoggio, donando cosi un buon equilibrio al tutto.

I lavabi bagno con istallazione sospesa hanno la doppia funzione di essere installati sia come lavabi sospesi che come lavabi appoggio. La caratteristica fondamentale sta nel fatto che non necessitano di mobili o piani d’appoggio. Si consiglia di abbinare, un sifone arredo migliorando l’estetica se lo stesso è a vista.

Infine i Lavabi Sottopiano in ceramica sono lavabi ad installazione sotto il piano di appoggio e i Lavabi bagno Centrostanza o meglio chiamati come lavabi Freestanding. Sono lavabi di nuova realizzazione a conferma che il settore bagno investe molto in fatto di innovazione e design. Si possono installare dunque nel centro della stanza creando un effetto unico.

Bagno lucido in cemento: cinque errori da evitare

Il cemento lucidato conferisce al bagno un design contemporaneo in una vasta gamma di colori. Ma come garantire la sua durata nel tempo ed evitare delusioni? È meglio che rimanga, di preferenza lucido, ma come trattarlo? Di seguito qualche consiglio sulla manutenzione di un ambiente bagno in cemento lucido.

Il cemento è il materiale d’elezione per la realizzazione di opere urbanistiche come marciapiedi, case, palazzi, etc. Recentemente, il cemento è anche diventato uno dei materiali con cui arrediamo i nostri interni.

images

Disponibile in una grande quantità di colori, oggi il cemento viene utilizzato anche negli interni per innumerevoli applicazioni, fino a diventare qualcosa di molto, molto diverso da quello che potevamo pensare anni fa, e di infinitamente più bello ed elegante.

Il cemento, infatti, ci permette di realizzare soluzioni creative e originali perché può essere plasmato in qualsiasi forma ed è un materiale relativamente economico da acquistare, soprattutto se lo paragoniamo alla pietra o ai graniti.

Come per la cucina, anche il bagno è un ambiente in cui si può dare libero sfogo alla creatività utilizzando il cemento, che si amino le forme geometriche o quelle più morbide.

Ad esempio, la vasca da bagno è un elemento che sempre più spesso abbandona i vecchi materiali per avvicinarsi al cemento, che permette forme più creative. Basta sfogliare una qualsiasi rivista di arredamento per vedere come i sanitari più moderni e minimalisti siano sempre più spesso realizzati in cemento.

Il calcestruzzo levigato è una delle principali tendenze di arredo bagno ricercato ed originale. Questo materiale crea nell’ambiente-bagno delle belle superfici uniformi, conferendo una linea molto contemporanea. Tuttavia, per ottenere un risultato pienamente soddisfacente e duraturo, è meglio padroneggiare la materia ed evitare errori di calcolo.

Eccovi i cinque errori da evitare!

Consiglio numero 1: Il cemento lucidato non contiene cera

Il cemento lucidato, contrariamente al suo nome, in realtà non contiene cera, a parte nelle parti della parete. Pensate soprattutto che la cera non è un materiale che protegga le superfici, quindi immaginate il risultato dell’uso della cera in bagno cosa potrebbe tirar fuori!

Il calcestruzzo, naturalmente poroso deve essere coperto con un prodotto apposito, su cui poi viene passata una protezione superficiale (resina o vernice). Si sottolinea l’uso di materiali e prodotti di qualità se si desidera un risultato davvero duraturo.

download

Questa protezione superficiale impedisce la formazione di macchie (a patto di non lasciare ristagnare liquidi). È resistente alla maggior detergenti tranne a quelli acidi (come dei potenti anti-calcare). Quindi non lasciate mai accumulare tartaro sui bagni in cemento cerato altrimenti il rivestimento protettivo non durerà a lungo contro i potenti agenti disincrostanti coinvolti!

Infine, attenzione alla manicure, evitate se possibile di utilizzare prodotti solventi per unghie nel vostro bagno in cemento lucido. Perché se si ribalta la bottiglia e si dimentica di pulire: la vernice come il cemento lucidato non possono resistere!

Consiglio numero 2: Dove rivestire con cemento lucido?

Il cemento lucidato può essere applicato quasi ovunque nel vostro ambiente-bagno: pareti, pavimento, lavabo, piatto doccia, piano di lavoro e persino sulla porta! Ma non si tratta necessariamente dello stesso prodotto.

Lo spessore del calcestruzzo levigato varia a seconda del substrato (dai 0,7 mm per un muro decorativo fino ad un max di 2 mm per una doccia, per esempio). In questo caso, chiedete la consulenza di esperti per scoprire qual è la migliore soluzione di protezione in base al suo utilizzo (doccia, lavoro, piano, ecc).

Se si opta per un cemento lucidato ruvido sotto la doccia, avanzando delle considerazioni per quanto concerne la manutenzione (lo sporco e il calcare possono diventare più insidiosi in certe zone del bagno). Evitate, come scritto in precedenza, l’uso di prodotti troppo acidi e mettetevi nell’ottica di accettare l’apparire di alcuni piccoli difetti superficiali con il tempo (graffi o cambiamento di aspetto).

Consiglio numero 3: Risparmiare ma non troppo

Al momento dell’acquisto, scegliete un prodotto che è già stato provato da amici e conoscenti e i cui componenti sono noti per la loro qualità. Non orientatevi direttamente sul prodotto  più economico! Un buon tuttofare può certamente riuscire a mantenere il bagno in cemento cerato in ottime condizioni perché  rivolge un’attenzione metodica e accurata.

Se siete amanti del fai-da-te, seguire le istruzioni per l’uso perché ogni marca di cemento lucidato ha le sue specificità. Non trascurate qualsiasi dettaglio descritto, in particolare, il tempo di asciugatura. Utilizzate gli strumenti giusti per l’applicazione. Non cercate di risparmiare sulla quantità.

Consiglio numero 4: analisi della superficie esistente

Il cemento lucidato si posa in un unico pezzo. Controllate bene la superficie su cui andrete a stenderlo e assicuratevi che sia priva di fessure. A differenza di un tappeto che nasconde le imperfezioni, un’applicazione sbagliata di questo materiale farebbe apparire subito i difetti superficiali.

images (2)

Prestate attenzione allo spessore del calcestruzzo lucidato. L’installazione di cemento lucidato non deve impedire il flusso dell’aria sotto la porta del bagno (consentire uno spazio dai 3 ai 4 mm).

Consiglio numero 5: prevedete i cambiamenti futuri!

Il calcestruzzo lucidato è sicuramente una scelta ricercata ma, tuttavia, richiede un minimo di attenzione. Chi ti ha detto che domani non si vuole cambiare tutto? E se venderete la vostra proprietà:  l’acquirente avrà gli stessi vostri interessi?

Applicate il cemento cerato ma ricordatevi di rendere agevoli eventuali modifiche in futuro, soprattutto per quanto riguarda la porta…

In concreto, le decorazioni cerate vi offrendo una moltitudine di opportunità per soddisfare il vostro umore. Si possono, infatti, scegliere le tinte più svariate (dalla più sobria alla più luminosa, o addirittura multi-colore), abbinati a materiali naturali (pietra, legno…) o anche ad elementi preziosi (cristallo, vetro di murano, … ).

Tutto è possibile, tenendo conto dei vincoli legati all’uso di superfici!

images (1)

Un omaggio alla Provenza nel vostro ambiente-bagno

Avete voglia di realizzare un ambiente che ricorda i romantici e accoglienti campi di lavanda della Provenza? Amate le tonalità pastello e lo stile classico per arredare il vostro ambiente-bagno? Se avete risposto affermativamente ai due quesiti allora state leggendo l’articolo giusto! Seguendo questi semplici consigli riuscirete ad arredare il vostro bagno in stile provenzale.

Le pareti: scegliere lo sfondo del vostro ambiente

Per prima cosa bisogna occorre considerare che, in un bagno provenzale così come in un bagno di qualunque altro stile, è possibile scegliere due diverse soluzioni per le pareti. Si può infatti optare per pareti che, almeno in parte, siano coperte da piastrelle, oppure scegliere di mantenere l’intonaco in tutta la stanza: in entrambi i casi, si possono aggiungere decorazioni particolari che rendano il bagno più elegante e vivace.  download

Per chi sceglie la prima soluzione, e decide quindi di acquistare delle piastrelle, si apre un ventaglio di possibilità, sia in merito alle colorazioni che ai materiali da adottare. Piastrelle di ceramica sono senza dubbio una delle opzioni più gettonate, poiché donano un tocco raffinato e al tempo stesso delicato alle pareti del proprio bagno. Si può anche scegliere il cotto, nel caso in cui si voglia privilegiare uno stile più rustico.

Per quanto riguarda le tonalità, si può adottare una tinta unita per tutte le piastrelle, oppure accostare colori diversi: in questo caso solitamente il bianco antico o il beige chiaro rappresentano una delle due tonalità, intervallate da colori pastello o inserti dai toni più vivaci. Il verde salvia, il rosa antico, il lilla lavanda e il celeste del cielo di Provenza sono alcuni dei colori più usati per le pareti di un bagno in stile provenzale.

A completare il quadro di un bagno provenzale con pareti rivestite da piastrelle intervengono alcuni decori, che possono costituire sia un motivo costante per una o più file, sia limitarsi a tessere isolate, da collocare in punti strategici. Spesso i decori floreali sono quelli più usati, dato che il mondo naturale e campagnolo è la principale fonte d’ispirazione di un bagno provenzale.

Anche nel caso in cui si scelga di mantenere le pareti rivestite d’intonaco si pone una scelta importante: il colore da selezionare. Muovendosi sempre nel campo delle tonalità delicate e pastello, si può spaziare da quelle più chiare a quelle un po’ più spente, in base ai propri gusti ed alle dimensioni della stanza stessa.

L’illuminazione del vostro ambiente provenzale: luci calde

L‘illuminazione bagno provenzale rappresenta un elemento molto rilevante all’interno dell’arredo del proprio bagno in questo stile, poiché il modo di illuminare un determinato ambiente contribuisce in maniera fondamentale a creare un tipo di atmosfera piuttosto che un’altra. Sarà quindi importante sia scegliere lampade che abbiano un particolare aspetto estetico, sia studiarne in maniera armoniosa la collocazione all’interno del bagnoimages (2)

In primo luogo bisogna pensare all’illuminazione principale che si vuole ottenere nel proprio bagno provenzale. Una delle soluzioni che possono essere adottate è, ovviamente, un lampadario centrale da soffitto, dal quale la luce si diffonda in tutta la camera. Le tradizionali plafoniere da bagno potrebbero però apparire poco consone allo stile provenzale, poiché solitamente sono molto semplici e prive di qualunque ornamento. D’altro canto un lampadario elaborato, tranne che in stanze da bagno davvero molto eleganti, potrebbe essere fuori luogo.

Un’alternativa interessante è data dalle lampade da muro. Si possono prevedere un paio di punti luce, entrambi collocati ad una buona altezza rispetto al pavimento, che vadano ad illuminare la vasca da bagno, i sanitari e il resto della stanza. In questo modo si può ottenere un’illuminazione più soffusa, che sicuramente rende l’atmosfera più soft e rilassante rispetto ad un’unica luce centrale.

Immancabili, ovviamente, in un bagno provenzale saranno le lampadine che illumineranno lo specchio, utilissime per il trucco e le altre piccole operazioni di bellezza.

Per quanto riguarda il tipo di lampadine da usare, è indubbiamente da preferire un tipo di luce calda, nei toni del giallo, rispetto ad una luce bianca e fredda, che stonerebbe completamente con l’ambiente.
Molto importante è l’estetica delle lampade da acquistare, sia da muro che da specchio, poiché questa dovrà rapportarsi armoniosamente al resto dell’arredamento.

Le lampade da bagno provenzali prevedono, nella maggior parte dei casi, l’utilizzo del ferro battuto che conferisce vita a motivi floreali: spesso le stesse lampade hanno le sembianze di un fiore, con una corolla in vetro satinato e le foglie in ferro battuto.

La scelta dei mobili

I mobili bagno provenzali rappresentano l’essenza stessa di una stanza da bagno arredata seguendo questo stile. Una volta decisa l’impronta da dare al proprio bagno, è necessario che i mobili, le pareti ed il pavimento siano in perfetta armonia, con tonalità che stiano bene assieme e, se possibile, con motivi e decori che si richiamino a vicenda.  images (1)

Esistono diversi mobili necessari in qualunque bagno provenzale. In primo luogo, non potrà mancare un mobile che contenga o che faccia da supporto al lavabo. Ci sono diverse possibilità per questo mobile, che possono essere tutte adatte al proprio bagno, a patto che ne rispecchino lo stile generale.

È possibile scegliere un mobile in cui il lavabo sia semplicemente poggiato, e che preveda una struttura aperta, generalmente composta da un cassetto sottostante il lavabo e una mensola ampia nella parte inferiore del mobile. Chi, invece, predilige soluzioni più moderne e tradizionali, può acquistare un mobile per lavabo chiuso, con due ante che racchiudono uno o più scaffali interni, in cui riporre la biancheria da bagno e altri oggetti utili.

Un altro mobile fondamentale in un bagno provenzale è senza dubbio quello da affiancare alla specchiera. Le opzioni più diffuse sono essenzialmente due. Nel primo caso si acquista uno specchio da appendere direttamente al muro e vi si affianca un mobiletto, anch’esso da fissare alle pareti, in cui, protetti da un’anta chiusa oppure a vista, alcuni ripiani consentono di avere sempre a portata di mano i prodotti per l’igiene quotidiana. Nel secondo caso invece si opta per un mobile unico, all’interno del quale sia incluso lo specchio: in questa ipotesi spesso lo specchio stesso viene supportato da due stipetti, uno a destra ed uno a sinistra, che assolvono la funzione di contenere gli oggetti da toeletta.

A completare i mobili di un bagno provenzale, nel caso in cui la stanza sia particolarmente ampia, può intervenire una cassettiera, di dimensioni variabili, all’intero della quale possono trovare comodamente posto gli asciugamani, gli accappatoi e i teli, in modo da essere sempre a portata di mano.
Si possono anche prevedere dei piccoli stipi, o delle mensole da fissare alle pareti, per ampliare i piani d’appoggio e conferire a stanze da bagno di grande superficie un aspetto completo, eliminando gli spazi vuoti in eccesso.

Colori e materiali per completare il vostro quadro provenzale

In merito a materiali e colori dei mobili di un bagno provenzale, si fa riferimento all’idea generale di questo stile: il legno la fa da padrone, spesso trattato con una lavorazione decapé, che gli conferisce un’aria vissuta, tipica delle case ispirate alla Provenza. Si possono scegliere mobili con tonalità pastello, ad esempio il tipico color lavanda, simbolo per eccellenza della regione francese, oppure mantenersi sui toni del bianco antico e del grigio, per un risultato di eleganza sobria e semplice. A seconda delle proprie preferenze, poi, si possono acquistare mobili che abbiano delicati decori floreali, oppure mobili più basilari, con una lavorazione uniforme per tutta la superficie. images

Essenziale è, ovviamente, acquistare mobili perfettamente coordinati tra loro, possibilmente dello stesso produttore e della stessa linea, specialmente nel caso in cui si opti per i decori ed i colori. Nel caso in cui invece si scelga lo stile molto semplice, bianco e non decorato, si potranno, con molta attenzione, acquistare anche prodotti in luoghi differenti, avendo cura di ottenere però un risultato finale armonioso.

Come arredare un bagno in stile country

Lo stile country è affascinante e molto di moda, principalmente nelle abitazioni di campagna o di montagna, infatti riesce a conferire un’atmosfera calda ed ospitale, che ben si adatta ai luoghi tipicamente rustici e poco abitati.

Se amate le atmosfere accoglienti, il legno e i colori naturali? Scegliete l’arredo bagno country! Il colore naturale del legno trasformerà ogni bagno in un ambiente country davvero caldo ed accogliente.

mobili impiegati sono di pregiato legno in massello. Questo stile d’arredamento si sta diffondendo anche nelle città dove sempre più abitanti scelgono lo scelgono, non solo per arredare le stanze principali, ma anche per il bagno grazie alla sua capacità di fornire un’atmosfera intima e calda. -085-a10ac21a01

Continuando nella lettura scoprirete come arredare il vostro bagno in stile country, creando cosi un ambiente caldo, esclusivo e funzionale.

Le caratteristiche principali per uno stile inconfondibilmente rustico

Per avere un bagno arredato in stile country bisogna scegliere mobili in legno. Scegliete un bel mobile per sotto il lavabo, in legno massello, magari con delle ante lavorate e con un motivo a cornice. Il colore che sceglierete dovrà tener conto del rivestimento interno del vostro bagno: se avete delle piastrelle ed un pavimento molto scuri e volete dare luce al piccolo ambiente del bagno, potreste scegliere dei mobili in legno chiaro o tinti in una tonalità chiara. Tuttavia lo stile country permette di trovare facilmente mobili con ante o i cassetti decorati con dei motivi floreali.

Al mobile sotto il lavabo, se lo spazio del vostro bagno ve lo permette, potreste aggiungere anche un mobile alto, sempre in legno (meglio se della stella linea del sotto lavabo scelto), provvisto di ante e cassetti, che vi sarà utilissimo per mettere la biancheria pulita, asciugamani e spugne varie.

Nella scelta dei mobili per il bagno prestate attenzione anche ai particolari come i pomelli delle ante, che devono essere in semplice porcellana bianca o in porcellana decorata per rispettare a pieno lo stile country.

Per la specchiera da mettere sopra il lavandino, sceglietene una ampia, realizzata in legno massello, in tinta con gli altri mobili, rettangolare o ovale, oppure sceglietene una con una cornice realizzata in ferro battuto. mobilebagno859A+piano860A+cornice868A_mensola862A-55d2be68fe

Solitamente i bagni arredati in stile country sono caratterizzati da un mobile bagno sotto al lavandino o da un mobile da bagno in legno con lavandino incastonato e da almeno un paio di altri mobiletti con vetrina, con cassetti e pensili.

Nei mobili da bagno per creare un maggior effetto rustico la superficie può essere trattata in modo da sembrare quanto più vissuta possibile. Alcuni mobiletti per i bagni country possono avere la superficie superiore decorata con piastrelle di ceramica.

Se le vostre finanze ve lo permettono e non l’avete già, un elemento fondamentale in un bagno country è una bella vasca con i piedini, “un must to have” sebbene quelle in commercio hanno prezzi alti.

A completare l’arredamento del vostro bagno mancano ancora le tende, meglio acquistare tende in fibre naturali, come la tela di cotone o di lino, magari con dei ricami o, in alternativa, con un motivo a quadretti.

Gli abbinamenti che fanno al caso vostro: tonalità pastello e materiali

mobili country per il bagno sono mobili realizzati completamente in legno. E’ così possibile optare per mobili colore legno chiaro tendenti al beige ma anche per mobili di colore marrone scuro lucidati in modo che la venatura del legno resti visibile. images (1)

Tra le laccature più diffuse troviamo l’intramontabile bianco, ma anche panna, avorio o crema.

Molto attuali anche mobili da bagno in tinte pastello come il lilla, il verde, il giallo o l’azzurro. Anche piccole decorazioni magari con motivi floreali in questi stessi colori oppure in bianco, argento o oro possono abbellire il bagno.

La scelta del colore dipende esclusivamente dai propri gusti personali ma è importante ricordare che i mobili molto scuri tendono a far apparire lo spazio molto più angusto di quello che è in realtà e quindi sono adatti ad ambienti particolarmente ampi.

Perché scegliere questo stile

Lo stile country offre ai mobili del bagno un’aria vissuta, vintage, che li rende assolutamente perfetti per arredare le case in stile country o rustico.

mobili da bagno country infatti riescono a donare agli ambienti quel calore, quella familiarità nonché quel senso di nostalgia per le cose passate che è tipico proprio di questo stile di arredamento.

In una casa arredata in stile country è ovvio pensare di arredare in stile country anche il bagno utilizzando mobili bagno rustici. images (2)

Nello stile country l’accoglienza è di casa

Il bagno in stile country o rustico è un ambiente accogliente in cui anche gli ospiti potranno subito sentirsi a proprio agio. Si respira un senso di familiarità e di calore che contribuisce ad infondere un senso di calma e di relax assoluti.

Tra le proposte di mobili in legno sarà facile scegliere i mobili bagno in stile country che fanno per voi. In primo luogo, bagni con mobili ad ante, cassettoni oppure un vano a giorno da posizionare sotto il lavabo, con specchi con luci, comodi vani per cosmetici ed articoli per la toeletta, vetrinette, portabiancheria e tutto il necessario per un bagno in stile country in perfetto ordine.

Perché non pensare a creare una boiserie nella stanza da bagno?

Questa sarà il complemento perfetto per un vero bagno country style! Noi possiamo realizzarla e colorarla partendo da vero legno disponibile sia con dogatura orizzontale che verticale.

Questi consigli vi aiuteranno a rendere il vostro bagno veramente accogliente, come piccoli mobiletti, specchiere, assolutamente unici nel loro genere, completamente personalizzabili nel colore e nelle decorazioni secondo le vostre esigenze.

Il legno dei mobili classici per il bagno viene trattato con una finitura per proteggerli dall’umidità e dal contatto diretto e continuo con l’acqua.

I pomelli e le maniglie dei mobili classici per il bagno possono essere realizzate anch’esse in legno di colore naturale o tinte in oro, argento, bianco o avorio. Oppure potrete scegliere maniglie in ottone o in metallo laccato oro.

Pomelli e maniglie oltre ad essere accessori funzionali si trasformano così in veri e propri complementi di arredo capaci di sottolineare ulteriormente l’eleganza dei mobili. images

I mobili bagno in stile country sono intramontabili e romantici: sceglieteli ed avrete la soluzione perfetta per creare nel vostro bagno un ambiente piacevolmente rilassato, fatto di dettagli ricercati ma anche di materiali di ottima qualità, ideali per durare nel tempo anche in ambienti umidi come possono essere i bagni.

Relax in casa: la vasca con idromassaggio

Fino a qualche anno fa la vasca idromassaggio era un lusso che poche persone potevano permettersi; ormai per fortuna i costi si sono dimezzati e un po’ tutti possiamo, con qualche sacrificio, goderne i benefici. La vasca idromassaggio vi rilasserà e riattiverà la vostra circolazione.

Ecco come sceglierla

Prima di scegliere la vostra nuova vasca idromassaggio dovrete compiere alcune semplici operazioni. Innanzitutto prendete con esattezza le misure del bagno e in conseguenza di ciò scegliete la forma e le dimensioni della vostra vasca. Altra operazione preliminare da compiere sarà verificare che gli attacchi appartenenti alla rubinetteria precedente siano compatibili con quelli del vostro nuovo acquisto.

Il discorso vale anche se la vasca idromassaggio è la prima vasca che installate in casa; diversamente rivolgetevi a tecnici specializzati e predisponete gli attacchi in maniera corretta. Stesso discorso interessa l’impianto elettrico. In base alle vostre esigenze (numero di familiari, orari di lavoro, ecc) ed alla suddivisione dei locali interni della casa predisponete anche una doccia o una vasca combinata.

Ovviamente non trascurate il fattore estetico. Compiute queste operazioni riportate su un foglio, preferibilmente di carta millimetrata, il progettino del vostro bagno (basta uno schizzo). Potreste anche mettere insieme un piccolo dossier, con ritagli di giornale e foto di vasche o di stanze da bagno arredate con vasca in modo da poter indirizzare immediatamente il negoziante verso le vostre esigenze.

Quando sarete in negozio dovrete sempre informarvi sulla disponibilità di misure e modelli, sui materiali, sugli accessori compresi, sull’affidabilità della ditta produttrice, su garanzie e prestazioni fornite dalla casa di produzione e dal negoziante. Ovviamente a questo punto potrete chiedere un preventivo (comprensivo di interventi elettrici, di muratura e infine idraulici).

Perché avere in casa una vasca a idromassaggio?

I motivi per concedersi un piacere fino a poco tempo fa fruibile solo da pochi (ora si parte anche da meno di 1500 euro per una vasca a idromassaggio) sono molteplici; oltre che toglierci magari un capriccio che abbiamo da tempo e a farci belli con amici e ospiti, l’idromassaggio è un relax tutto personale o da godere col proprio partner, che serve alla mente e al corpo.

Eccovi cinque buoni motivi per cui scegliere di istallare nel vostro ambiente-bagno una vasca idromassaggio:

Rilassamento
La temperatura dell’acqua calda di un bagno aiuta a distendere la muscolatura e ad alleviare le tensioni e l’idromassaggio può rendere l’immersione anche rigenerante.

Eliminare lo stress

L’alternanza di getti di acqua calda e fredda, soprattutto sulle gambe, permette di eliminare stanchezza e pesantezza accumulate durante la giornata.

Tonificarsi
In questo caso, è necessario abbinare al massaggio acqua fredda e creme nutrienti.

Massaggiarsi e scolpire

Grazie ai getti mirati ad alcune zone del corpo è possibile contrastare il ristagno di liquidi e la cellulite (e per questo sono consigliati gli aromi a base di alghe, limone, rosmarino, salvia, ginepro, cipresso e origano).

Men sana in corpore sano

Mantenere corpo e mente in perfetto equilibrio grazie alle varie funzioni che permettono la depurazione di pelle e delle vie respiratorie, l’eliminazione di tossine e la distensione psicologica.

Qual è il segreto della vasca idromassaggio? Il motore.

La vasca idromassaggio è sorretta da una struttura autoportante dotata di piedini anti vibranti, che attutiscono vibrazione e rumore quando la vasca è in funzione. Nello spazio libero accanto al bacino, c’è l’elettropompa, un apparecchio dai consumi ridotti, silenziosa e dotata di sistema autobloccante, che dopo aver aspirato l’acqua dalla vasca, la restituisce in pressione attraverso le bocchette.

Perché il motore sia sicuro e funzionante, la vasca deve avere il marchio CE ed eventualmente anche il marchio di qualità IMQ.

Quali forme e misure scegliere per la vasca idromassaggio?

Per rispondere alle varie esigenze di spazio, le vasche idromassaggio assumono forme e misure diverse tra loro.

Quelle rettangolari, con forme regolari o arrotondate, hanno le dimensioni circa di una vasca comune: 70-80 cm di larghezza e 170 di lunghezza in genere, ma ci sono anche quelle più grandi per due persone, con 180 x 100. Il vantaggio di queste vasche è che possono essere messe al posto di quelle tradizionali e occupare quindi uno spazio minimo.

Quelle angolari sono perfette per fruire del maggiore spazio possibile dentro la vasca, occupandone il minimo fuori dalla vasca. Da 130×130 fino a quelle che misurano 160×160, le angolari possono ospitare tranquillamente due persone al loro interno. Esistono poi angolari con misure diverse per lato, che risultano quindi più profonde da una parte e meno nella parete perpendicolare: la scelta dipende dallo spazio a disposizione naturalmente.

Le rotonde o le quadrate hanno dimensioni per chi è dotato di tanto spazio e sono quasi delle mini piscine per più di due persone. Da 2 metri x 2, a 155 cm di diametro, queste vasche sono indicate per chi ha un bagno grande almeno quanto una camera da letto (e per chi si può permettere la spesa!)

Naturalmente esistono anche forme stravaganti e particolari, per gli ambienti più moderni; solitamente queste sono le più costose.

L’ultima frontiera dell’idromassaggio: docce con idromassaggio!

Se avete solo lo spazio per una doccia e non volete rinunciare ai benefici di cui sopra, esistono anche le docce a idromassaggio, mentre per non sostituire interamente la vostra doccia, esistono delle colonne doccia multifunzione che vengono applicate con piccoli interventi di idraulica e muratura.

Le docce multifunzione possono essere dotate di doccia a cascata per il massaggio delle spalle, bocchettoni per i getti del massaggio dorsale, sedute per godersi il massaggio in comodità, e le opzioni che possono caratterizzare anche le vasche, come la cromoterapia o la diffusione della musica.

                          images (1) images download (1)

Perché scegliere? Ecco la novità! Le vasche combinate.

Esistono tre modi per combinare una vasca idromassaggio con una doccia (anch’essa idromassaggio o normale), per chi non vuole rinunciare al relax totale dell’una e alla comodità dell’altra, ed è dotato dello spazio necessario.

La prima soluzione è quella di avere una vasca rettangolare leggermente più corta e inserire una doccia rotonda o quadrata al fondo di tale vasca.

La seconda soluzione consiste nell’acquistare una vasca combinata che sia anch’essa rettangolare, con una parte, vicina alla parete, dotata di doccia e pannelli para spruzzi: in questo caso vasca e doccia non prenderebbero nessuno spazio in più rispetto a quello dedicato normalmente dalla sola vasca.

La terza soluzione consiste nell’acquistare una vasca combinata che sia interamente coperta dai pannelli para spruzzi e contenga ovviamente la colonna per doccia. I modelli di questo tipo sono solitamente angolari, magari con i pannelli richiudibili interamente può avere anche la funzione di bagno turco.

In alternativa le combinate le create voi. In qualunque negozio di fai-da-te, potete trovare le colonne doccia multifunzione o normali, i pannelli anti-spruzzo di tutti i materiali e dimensioni e naturalmente le vasche, idromassaggio o multifunzione. In questo modo potrete ricavare una vasca combinata con doccia della dimensione desiderata, forse risparmiando anche un po’: deve piacervi però montare i vari pezzi e dovete saperlo fare bene!

I pannelli para-spruzzi li potete trovare in alluminio verniciato, in vetro temprato, in vetro sabbiato, in plastica. Scegliete il materiale a seconda dello stile che volete dare e naturalmente del budget a vostra disposizione.

                                 download   download (2)   download (3)

Vasche idromassaggio da incasso

Si possono realizzare anche se il pavimento di casa vostra non è abbastanza spesso. Questo perché si possono costruire delle pedane con struttura in muratura o in legno, accessibili con gradini, che rialzino il pavimento, dove incassare appunto le vasche. La pedana in muratura può prevedere una parte apribile per l’ispezione; le pareti della struttura devono essere impermeabilizzate dall’interno e rivestite come il resto del bagno all’esterno. La pedana in legno è costituita da un telaio portante da rivestire con pannelli o doghe in legno resistente all’acqua e alla condensa, come il multistrato marino e il mogano trattato.

Idromassaggio in camera da letto? Why not!

E’ un sogno realizzabile se si dispone dello spazio necessario in camera da letto. Ovviamente il materiale di rivestimento deve essere impermeabile e impermeabilizzante, come una resina cementizia rinforzata da una guaina, e la stanza deve essere necessariamente fornita di una finestra. I costi degli adattamenti idraulici naturalmente aumentano di parecchio.

Materiali costruttivi delle vasche idromassaggio: qualche consiglio.

L’ abs è una resina sintetica termoplastica, cioè che indurisce per raffreddamento. Resiste bene agli agenti chimici e all’acqua e per questo è utilizzato per piatti doccia e vasche.

Il metacrilato è un composto da cui si ottengono resine sintetiche termoplastiche e può essere modellato in forme anche elaborate; essendo anch’esso resistente agli agenti chimici e all’acqua, è utilizzato per piatti doccia e vasche.

Pannelli grezzi, possono rivestire esternamente le strutture a incasso, poiché sono ignifughe, idrorepellenti e insonorizzate. Questi pannelli evitano costosi lavori di muratura in quanto permettono di rivestire la struttura con qualsiasi materiale si accordi con l’arredo e il rivestimento del resto del bagno.

Per i pannelli anti-spruzzo è sempre più utilizzato il cristallo temprato, resistente agli urti e trattato per evitare il fastidioso appannarsi quando l’ambiente si scalda.

Il Cristalplant garantisce un piacevole effetto vellutato a contatto con la pelle e si rigenera in caso di usura, di graffi o ammaccature, passando una spugna abrasiva. E’ un materiale innovativo, ma per ora ancora costoso.

La ghisa è un ottimo materiale per non disperdere il calore dell’acqua e per resistere alle micro-abrasioni; l’unico problema è che la ghisa si sbecca se colpita da oggetti pesanti.

L’acrilico può essere di due tipi: coestruso, che non teme incrinature o scheggiature ed è isolante, e il colato reticolato, che oltre a suddette caratteristiche offre una garanzia di maggiore durata, impermeabilità all’acqua e resistenza ai graffi, ma costa il 22-26% in più rispetto al coestruso.

Igiene e disinfezione della vasca a idromassaggio

Nella vasca a idromassaggio esistono programmi di disinfezione automatica che si azionano naturalmente a vasca vuota: basta immettere nei circuiti il corretto quantitativo di un prodotto disinfettante e antibatterico, e la vasca provvederà da sola, anche a lavare e risciacquare le bocchette. Comoda la pulizia di una vasca a idromassaggio! Tuttavia periodicamente e seguendo le istruzioni fornite dall’azienda, conviene smontare le bocchette e sciacquarle a mano.

Gli accessori delle vostra vasca idromassaggio

Dai poggiatesta, alle forme ergonomiche (più larghe per la testa e più strette per i piedi), al fondo antiscivolo (con materiale anti-sdrucciolo o parti in rilievo), dai cuscini dorsali alle boccette estraibili, dai getti diversi della boccetta della doccia alle mensole portaoggetti, dalle radio ai televisori resistenti all’acqua, anche gli accessori concorrono alla scelta della vasca a idromassaggio. Cercate quella completa di tutto ciò che desiderate per il vostro relax, oppure scegliete delle soluzioni di compromesso (per esempio la radio e la tv possono anche essere piccoli ed esterni alla vasca, della quale alzerebbero notevolmente il prezzo, da poggiare su qualche mensola o su uno sgabello; oppure i poggiatesta esistono in tessuto morbido con ventose, da applicare in seguito; l’antiscivolo si può creare con appositi tappetini o sistemi in legno; di portaoggetti ne esistono in tutte le forme, le dimensioni e i prezzi).

La vasca idromassaggio è sicuramente uno dei complementi per la casa più desiderati e popolari degli ultimi anni. Utile per rilassarsi dopo lunghe giornate di lavoro o per rigenerare il proprio fisico stanco e teso. Fino a qualche anno fa il loro prezzo era davvero notevole e solo in pochi potevano permettersi un “lusso” del genere, soprattutto per gli elevati costi di manutenzione ed installazione. Oggi, grazie alle nuove tecnologie, il mercato abbonda di vasche idromassaggio di diverso tipo e fasce di prezzo, molte delle quali sono decisamente più abbordabili.

Ricordatevi che l’installazione, ovviamente va affidata a tecnici specializzati e professionisti del settore, non richiede particolari lavori, se non la sistemazione nel luogo desiderato, l’eventuale incastonatura in muratura, e l’allaccio idraulico ed elettrico.

La manutenzione è invece fondamentale (e potete farla anche voi), così come alcune norme di sicurezza indispensabili. Ricordatevi che abbiamo sempre a che fare con un congegno elettrico ed elettronico inserito in un ambiente-bagno, esattamente uguale ad altri elettrodomestici presenti a casa vostra, e quindi è buona norma considerare tale la vasca idromassaggio.

A voi la scelta!

Ponte Giulio: la vostra vasca da bagno con porta funzionale

Entrare nella vasca è diventato un problema? Riconoscete di aver difficoltà a muovervi ed ogni volta che vorreste fare un bagno avete paura di cadere?

Abbandonarvi ad un bel bagno caldo è il momento della giornata più rilassante che deve essere vissuto a pieno con serenità e piacere, non deve trasformarsi in un momento di tensione e di pericolo. Per ovviare a questo scomodo inconveniente e ritornare a pensare al bagno caldo come ad un istante da vivere nel più totale relax vi consigliamo, qui di seguito, delle comode soluzioni design per una fruizione in completa sicurezza del vostro bagno.

Grazie agli eleganti e funzionali modelli di vasca da bagno presentati dall’azienda Ponte Giulio, la struttura della vostra vasca si trasformerà totalmente, ottimizzandone la sua fruibilità.

Si tratta, infatti, di un modello di vasca in cui è stato inserito un pratico sportello che vi permetterà di entrare comodamente nella vostra vasca in tutta semplicità e sicurezza, evitando rovinose cadute o di scivolare durante lo scavalcamento abituale che le vasche tradizionali richiedono. Questa soluzione va incontro, soprattutto, a fruitori che presentano particolari condizioni fisiche mobilità come nel caso di anziani e disabili.

Il piacere di un bagno tonificante e rilassante come anche la più semplice operazione di igiene quotidiana diventano, grazie all’utilizzo di vasche anziani e vasche disabili con porta, semplici, naturali in assoluta sicurezza e autonomia. Anche a chi le condizioni fisiche non lo permettono la vasca garantirà intimità e confort. Tutte le vasche sono pensate per limitare al minimo i controlli e le manutenzioni offrendo per contro molteplici possibilità di personalizzazione.

Tutto questo per soddisfare ogni tipo di necessità sia essa legata all’ambiente ove verrà installata, spesso con poco spazio, ma anche alle condizioni fisiche e di salute dell’utilizzatore finale. La vasca ad accesso facilitato semplifica la vita a chi la utilizza, che spesso la usa come doccia, ma anche a chi lo assiste.

Tutte le vasche con porta Ponte Giulio sono rigorosamente Made in Italy sia nei componenti sia nelle lavorazioni. L’azienda propone numerose tipologie di vasche bagno disabili ed anziani. Grazie a gradini bassissimi, porte che si aprono verso l’esterno o l’interno, seggiolini ergonomici, maniglioni di sostegno e piani anti-sdrucciolo queste vasche rappresentano un vero e proprio ausilio per disabili ed anziani, mantenendo comunque intatte le caratteristiche di qualità e design. Inoltre, le vasche con porta realizzate da Ponte Giulio presentano, a scelta del cliente, un’apertura verso l’interno oppure verso l’esterno.

                                                   thumb (1)            thumb

Ma scopriamo insieme i vantaggi che questi eleganti modelli di vasche firmate Ponte Giulio apportano nel vostro bagno e alla vostra vita quotidiana.

L’assenza di elementi sporgenti, grazie all’apertura verso l’interno, e la larghezza di cm 75 permettono alla vasca il passaggio nei corridoi e nelle porte senza difficoltà non sacrificando spazio ad altri sanitari ed accessori bagno.

Uscire ed entrare nella vasca è semplice. L’ampia area disponibile nel piano antiscivolo e la seduta funzionale e spaziosa elimina infatti ogni difficoltà, anche con lo sportello aperto.

L’entrata avviene attraverso movimenti naturali e semplici, pure in presenza di eventuali difficoltà motorie. Per facilitare l’alzata dalla vasca, Ponte Giulio ha previsto anche l’inserimento di un maniglione supplementare, pensato appositamente per i bagni anziani e disabili, che agevola il movimento.

                                                         vasca_apertura_ponte_giulio_int               vasca_apertura_ponte_giulio_est

Le vasche sono realizzate in vetroresina bianca e possono anche essere corredate da un miscelatore meccanico con deviatore per erogazione, bocca di riempimento o per telefono doccia con flessibile.

La vasca anziani e disabili Ponte Giulio viene fornita completa di pannello frontale e laterale destro o sinistro a seconda delle richiesta dell’ordine.

La vasca è dotata di un sistema d’apertura facilitato con leva a comando meccanico. La porta della vasca è inoltre ampia e l’accesso comodo.

Le vasche per anziani e disabili di Ponte Giulio offrono al loro interno un ampio spazio che permette di entrare in piedi ma anche sedendosi sul bordo o addirittura trasferendosi da altra seduta.
In pratica è possibile sfruttare il vano in tutta la sua ampiezza in totale sicurezza e in completo relax.

Lo sportello della vasca, inoltre, particolarmente grande, permette di acquistare gran parte dello spazio di appoggio. Usare la vasca anziani, così come la vasca disabili, è molto semplice. Dopo essersi seduti è sufficiente ruotare le gambe, utilizzando anche il valido sostegno costituito dall’ausilio posizionato all’interno della vasca stessa. L’uso della doccia disabili, anche in posizione eretta, è reso sicuro e confortevole grazie alla maniglia reggi doccia ed allo spazio ampio del piano antiscivolo di cui è provvista la vasca nel piano d’appoggio.

Questi sono i vantaggi a cui andrete incontro al momento dell’acquisto di una vasca da bagno Ponte Giulio! La soluzione con cui sono realizzate le vasche ad apertura laterale dell’azienda, è particolarmente indicata per rendere più facile l’operazione proprio di apertura e chiusura della vasca da parte di un operatore nel caso in cui si tratti di un anziano o una persona con difficoltà motorie.

Ponte Giulio semplifica il vostro piacere di relax in tutta sicurezza!

Hansgrohe e il suo Shower Tablet. Getto d’acqua? Tutto sotto controllo!

Vi presentiamo una panoramica completa del termostatico esterno e interno per doccia e per vasca, ShowerTablet Select 300, progettato da Hansgrohe.

Gli Studi antropologici dimostrano che esistono diversi tipi di doccia

In uno studio portato avanti da diversi antropologi sul sistema-doccia e,  soprattutto, nel proprio laboratorio di ricerca getti, Hansgrohe ha scoperto che i clienti hanno idee diverse circa il modo di godersi la doccia. Queste opinioni così differenti, che corrispondono ad altrettante esigenze personali diversificate, è stato sistematizzato e tradotto in vari tipi di getto che asseconda le più svariate necessità. Grazie a queste conoscenze Hansgrohe è capace di consigliare ad ogni cliente i propri prodotti doccia, adattandoli alle specifiche esigenze di ciascuno.

ShowerTablet Select 300: la nuova generazione di termostatici

La nuova generazione di termostatici ideati da Hansgrohe controlla l’acqua con un semplice tasto e offre un’ampia superficie d’appoggio, funzionale, per montaggio esterno provvisto di pulsante. Hansgrohe applica la sua innovativa tecnologia, aggiungendo dei pulsanti al suo termostatico per montaggio esterno. L’idea che pone quest’azienda alla base del progetto è davvero semplice. Si tratta, infatti di un termostatico sul quale basta premere le manopole (anziché ruotarle) e il suo utilizzo diviene più facile e funzionale. Questo ulteriore comfort non rappresenta solo un vantaggio per i bambini ma anche per gli anziani e i disabili. È un sistema comodo e intuitivo, che piace a tutti, proprio perché è molto semplice.

                                           download (3)           download (1)

Comandi intuitivi: la semplicità alla base del controllo

Tutti gli elementi di comando del ShowerTablet Select 300 sono collocati comodamente sul lato anteriore. Grandi simboli e composizione colorata semplificano ulteriormente la gestione dell’apparecchio. La temperatura desiderata viene scelta dal fruitore e controllata grazie ai pulsanti posizionati sul davanti per mezzo della manopola di regolazione ergonomica. Con il ripiano in vetro largo 300 millimetri il termostatico multifunzione dispone di un ampio spazio per riporre comodamente tutto il necessario da doccia. Inoltre, lo ShowerTablet Select 300  è adattabile a tutti i set doccia presenti sul mercato.

                           download (4)              images

Montaggio semplice e veloce: più comfort per lo specialista

Il nuovo ShowerTablet Select non è solo comodo per i suoi fruitori, lo è anche per gli specialisti che entreranno a casa vostra per montare l’apparecchio. Può essere installato in modo rapido e sicuro perché è facilmente adattabile ai raccordi d’acqua già esistenti a casa vostra,  si risparmia tempo prezioso grazie al montaggio tramite il collegamento a spina, si evitano graffiature sul corpo, perché il collegamento a vite avviene attraverso il fondo del corpo, quindi l’accesso è facilitato per la manutenzione di cartuccia, filtro e valvole antiriflusso.

Con il sistema Select accedere al tuo getto preferito adesso è più pratico anche per il termostatico esterno ShowerTablet 300.  Il nuovo pulsante per l’attivazione della doccia non è l’unico a trovarsi, con accessibilità diretta, sul lato anteriore, ma vi compaiono anche tutti gli elementi di comando, fra i quali l’ergonomica manopola per l’esatta regolazione della temperatura. In tal modo il funzionamento è talmente intuitivo che potrete abbandonarvi completamente al piacere della doccia. Il pratico ripiano di appoggio rende superflua l’applicazione di una mensola.

Adesso tocca a voi scegliere: vasca o doccia?

Il set esterno ShowerTablet Select 300 lascia a voi la scelta: desiderate godervi il puro piacere della doccia nella vasca oppure sotto la doccia? Non importa cosa deciderete di fare, una cosa è comunque sicura: la funzione del termostatico è quella di mantenere sempre costante la temperatura dell’acqua e di prevenire sgradevoli choc termici. Tra l’altro non va assolutamente dimenticato che in caso di ristrutturazioni, il termostatico si adatta agli attacchi dell’acqua già predisposti, pertanto si monta velocemente e facilmente, senza dover demolire parte del muro. A vostra discrezione potrete abbinare al ShowerTablet 300 i set doccia Hansgrohe con asta e doccetta.

Adesso tutto è pronto per godervi un meraviglioso e sicuro momento di piacere sotto la doccia.